Come mettere le posate a tavola: cosa dice il galateo

I consigli sulla posizione di forchette, coltelli, cucchiai, cucchiaini&co per non sbagliare

Pubblicato il 25 febbraio 2020

Se state organizzando una cena formale e non volete commettere errori o gaffe, è opportuno sappiate apparecchiare a regola d’arte, come mettere le posate a tavola e cosa dice il galateo in proposito.

La storia del cinema è piena di gag sull’uso della forchetta giusta: una su tutte l’indimenticabile scena di Julia Roberts al ristorante alle prese con le posate in Pretty Woman. In realtà, posizionare e scegliere le posate è molto più semplice e intuitivo di quanto non lascino trasparire le situazioni più comiche. Esistono, però, regole da conoscere e da seguire se si desidera essere fedeli alle buone maniere.

Conoscere la mise en place corretta è utile non solo per apparecchiare tavole eleganti, ma anche per quando si scelgono ristoranti stellati che seguono la tradizione.

Prima di arrivare alle posate, diamo un’occhiata a piatti e bicchieri, che scandiscono gli spazi tra forchette, cucchiai, coltelli&co. Per apparecchiare, infatti, è bene partire dai piatti, intorno cui disporre il resto delle stoviglie. Il sottopiatto segna il posto del commensale, su di esso si posizionano il piatto piano e il piattino o la tazza per il consommè o il fondo per le zuppe. Il piattino per il pane si colloca in alto a sinistra rispetto al sottopiatto.

I bicchieri si dispongono in alto a destra rispetto al sottopiatto. Il calice per il vino bianco in linea con il coltello, e gli altri a seguire in diagonale, prima il calice per il rosso e poi il bicchiere per l’acqua. Alle spalle dei tre bicchieri si sistema il flûte o la coppa per il vino da dessert, tra il calice del bianco e del rosso, leggermente più accostato a quest’ultimo

Il tovagliolo va collocato a sinistra del sottopiatto e delle forchette. In alternativa, per le occasioni meno formali, può trovarsi in cima all’ultimo dei piatti.

Mise en place formale (iStock)

Come mettere le posate a tavola secondo il galateo

Le posate sono forse la parte più complessa della mise en place secondo il galateo, ma una volta imparato l’ordine sarà difficile dimenticarlo. Ecco dove sistemarle partendo dal sottopiatto.

  • Forchette. Le forchette vanno alla sinistra del sottopiatto, con i rebbi rivolti verso l’alto, dalla più grande alla più piccola. La più vicina al piatto è per il secondo, quella centrale per il primo o il pesce, quella esterna per l’antipasto.
  • Coltelli e cucchiaio. A destra del sottopiatto si trovano coltelli e cucchiaio (solo se si serve qualcosa per cui è necessario, come una minestra o una zuppa). Prima di tutto, accanto al piatto, vanno i coltelli, con il manico in basso e la lama verso l’interno. Il primo sarà quello per il secondo, il seguente quello per il pesce. Alla destra dei coltelli il cucchiaio.
  • Coltello da frutta, forchetta da frutta, cucchiaino, forchetta da dessert. Sopra il piatto si posizionano le posate per frutta e dolce, nel seguente ordine. Coltello da frutta, con il manico rivolto a destra e la lama verso il piatto; forchetta da frutta, con manico a sinistra; cucchiaino per le creme, con manico rivolto a destra; forchetta da dessert, con manico a sinistra.
  • Coltello per il pane. Il coltello per il pane va posato sui bordi dell’apposito piattino. Parallelo al bordo del tavolo, con il manico verso destra e la lama verso il basso.
  • Altre posate e pinze. In base alle pietanza possono essere necessarie altri pezzi da collocare. La pinza per le lumache o per l’aragosta a sinistra del sottopiatto e delle forchette, la forchetta per lumache a due rebbi o per l’aragosta a destra del piatto, dei coltelli e del cucchiaio. Anche un’eventuale forchetta per le ostriche va a destra del piatto, dei coltelli e del cucchiaio.
Seguici anche su Google News!