Coronavirus: i giochi di movimento da fare in casa per i bambini

L'Istituto Superiore di Sanità ha divulgato delle proposte mirate al benessere psico-fisico dei piccoli

Pubblicato il 23 marzo 2020

Dopo lo scoppio dell’emergenza Coronavirus, tutta l’Italia ha adottato una serie di misure restrittive affinché si limiti il più possibile la diffusione del contagio.

Con la chiusura delle scuole e l’obbligo a rimanere in casa, anche i bambini si ritrovano a trascorrere l’intera giornata tra le mura domestiche sconvolgendo i loro ritmi abituali. Per questo motivo gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità hanno voluto divulgare delle proposte mirate al benessere psico-fisico e alla necessità di movimento dei più piccoli.

Una delle regole fondamentali è quella di evitare l’utilizzo di tv, tablet, cellulari e videogiochi fino ai quattro anni di età e di limitare a massimo due ore al giorno il tempo trascorso davanti agli schermi per i bambini più grandi. Le controindicazioni, infatti, possono essere molto gravi: “Passare troppe ore davanti alla TV, al computer o ai videogiochi ha un effetto negativo per la salute psicofisica dei bambini e dei ragazzi, con un rischio aumentato di sovrappeso, disturbi osteoarticolari, disturbi del sonno, comportamenti aggressivi, irritabilità, difficoltà di concentrazione, attenzione, comprensione“.

Il sito dell’ISS ha messo anche a disposizione una serie di giochi di movimento da fare in casa suddivisi per fascia di età:

  • 0 – 6 mesi: ballare dolcemente con il bambino in braccio, realizzare ceste e pannelli sensoriali per la manipolazione;
  • 6 mesi – 1 anno: posizionare il piccolo su un tappetino morbido ponendo un giocattolo appena fuori dalla sua portata, in modo che possa cercare di raggiungerlo;
  • 1 – 2 anni: realizzare dei percorsi domestici inserendo anche piccoli ostacoli;
  • 2 – 3 anni: far camminare il bambino su un filo di scotch colorato, allestire un bowling casalingo;
  • 3 – 4 anni: organizzare una caccia al tesoro, praticare insieme il salto delle corda;
  • 5 – 7 anni: organizzare il gioco della campana, una partita di basket con una palla morbida o un percorso ad ostacoli.
Seguici anche su Google News!