Coronavirus: il film su Ligabue in sala nonostante la paura

Il film è stato premiato al Festival di Berlino con un Orso d'argento per l'interpretazione del protagonista Elio Germano.

Pubblicato il 2 marzo 2020

Mentre l’allarme per il Coronavirus impazza ancora nel nostro Paese, con tanto di provvedimenti, sopratutto al Nord Italia, che prevedono la chiusura delle sale cinematografiche, c’è ancora qualcuno che vuole puntare sul coraggio e la voglia di normalità degli italiani. Tra questi i produttori e i distributori di Volevo nascondermi, il film di Giorgio Diritti incentrato sulla figura del pittore Antonio Libague, che si è portato a casa un Orso d’argento per l’interpretazione del protagonista Elio Germano.

L’uscita prevista per la pellicola era stata fissata per il 27 febbraio, ma l’emergenza aveva suggerito una sospensione in previsione di tempi migliori e più semplici. Tuttavia il grande successo internazionale e un certo desiderio di cavalcare la voglia di normalità degli italiani hanno prodotto un grande risultato: il film uscirà regolarmente nelle sale cinematografiche italiane mercoledì 4 marzo.

Ad annunciarlo attore e regista ospiti di Fabio Fazio, nella sua trasmissione Che tempo che fa. Diritti ha spiegato che la decisione è stata presa insieme a 01 Distribution, Palomar e Rai Cinema, “anche per dare un segno di fiducia e di positività, per cercare di far sì che in questo momento anche difficile ci sia però una sensazione di possibilità di vita“. Germano ha scherzato, rivolgendosi ai futuri spettatore: “Approfittate, perché le sale sono vuote, si trova parcheggio“.

Nel frattempo le conseguenze delle ordinanze regionali e in generale della paura che serpeggia tra i comuni cittadini hanno provocato gravi danni all’industria cinema, riscontrabili con i dati offerti dal box office: l’ultima settimana di programmazione ha visto un incasso nazionale di poco meno di 6 milioni di euro, cifra praticamente dimezzata rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Ad approfittare di questo stato di cose saranno ovviamente i servizi di streaming, che stanno registrando un piccolo boom improvviso, ma anche i piccoli film che trovano inaspettati spazi liberi. Per esempio la distribuzione nelle sale di due pellicole come Queen & Slim e Marie Curie sarà anticipata a giovedì 5 marzo, mentre La volta buona al 12.