Emma Watson: single felice e convinta

L'attrice ha parlato anche del suo attivismo e del perché ha scelto il ruolo in Piccole Donne

News

Storia

Emma Watson si confida nell’intervista per Vanity Fair Italia raccontando i suoi prossimi progetti e la sua vita da single convinta. Dai tempi di Harry Potter a oggi l’attrice è molto cambiata, e alla soglia dei trent’anni è pronta per un primo bilancio della sua vita e carriera.

La protagonista di Piccole Donne si alterna tra una carriera cinematografica sempre in crescita e una grande passione per il sociale. Sembra però non trovare tempo per la vita privata e un compagno, un po’ anche per scelta.

Quello che mi è successo è davvero strano e ha dell’incredibile” racconta Emma, riferendosi alla sua crescita nella vita e sullo schermo, di pari passo con il personaggio di Hermione Granger nella saga di Harry Potter.

Una vita sotto i riflettori, dal debutto come baby attrice all’attivismo di oggi. Infatti fin da giovanissima è stata tra le prime star a lottare per una moda etica. Si è fatta portavoce di Good On You, una campagna che informa i consumatori a riguardo dei marchi di abbigliamento sostenibile.

Tanti i successi al cinema, dal remake di La Bella e la Bestia a quello di Piccole Donne, passando per Bling Ring, Noi siamo infinito e tanti altri. La Watson è stata nominata ambasciatrice di buona volontà dalle Nazioni Unite nel 2014, per il suo impegno nell’iniziativa HeForShe, che verte a coinvolgere gli uomini nella promozione di parità di genere. Emma però non ama essere sotto i riflettori: “Non mi sento a mio agio ad avere tutta questa visibilità, preferirei discutere di politica e giustizia sociale“.

Una scena di Piccole donne il film diretto da Greta Gerwig
Emma Watson, Saoirse Ronan, Florence Pugh e Eliza Scanlen in Piccole Donne (foto Ufficio stampa)

Interrogata sul perché proprio lei ha scelto di interpretare un ruolo in Piccole Donne, raccontando un periodo senza libertà di pensiero per le ragazze afferma: “Meg ci ricorda che ci sono modi diversi di essere donna. Ho una teoria: Louisa May Alcott nella vita reale aveva molte sorelle, ma penso che abbia messo anche una piccola parte di sé in ognuna delle March. È stato un ottimo stratagemma letterario per far emergere che non c’è un unico modo di essere femministe, un preconcetto, questo, contro cui stiamo ancora lottando“.

Emma Watson è molto soddisfatta della sua situazione attuale di donna single: “Indovinate con chi sto? Con me stessa!” ironizza l’attrice. Proprio sul finire del 2019 aveva inventato un neologismo diventato subito un trend: self-partened. In un’intervista per Vogue UK ha infatti dichiarato: “Mi ci è voluto molto tempo per imparare a stare sola, ma ora sono molto contenta di essere single. Anzi, io lo chiamo essere self-partened, sono in coppia con me stessa”.

Credits foto:

  • Emma Watson | Getty Images, Piccole donne | Ufficio stampa