Meghan e Harry cosa cambia dopo la Megxit: titolo, trasferimento e patrimonio

Dal paragone con Wallis Simpson a quello con Diana e Sarah, ecco cosa accadrà dopo la Megxit

News

Meghan Markle e il Principe Harry hanno deciso di dire addio a buona parte dei privilegi e obblighi della Famiglia Reale, ma cosa cambierà dopo questa decisione?
Le trattative sono ancora in corso, come annunciato da Hannah Howard, portavoce della Regina Elisabetta. Proprio la sovrana, a detta dei media inglesi, era all’oscuro di questa decisione, scoprendolo dalla tv, e pare che ora sia su tutte le furie.

Ma cosa cambierà davvero per la Royal Family e lo status dei Duchi di Sussex? Potrebbe esserci un trasferimento negli Stati Uniti o in Canada, una rinuncia al titolo, un incremento del fatturato per entrambi e una vera rivoluzione nella Monarchia. Andiamo per ordine e vediamo le conseguenze di quello che è stato ribattezzato il Megxit.

Ecco il Royal Baby di Meghan e Harry
Meghan Markle, il Principe Harry e Baby Sussex (foto Getty Images)

Il trasferimento in Nord America

Meghan Markle e il Principe hanno affermato nel comunicato stampa di ieri che si divideranno tra il Regno Unito, per permettere a Archie di conoscere e conservare le sue origini e tradizioni, e l’America. La coppia potrebbe trascorrere periodi dell’anno in un continente e nell’altro. Il luogo più quotato pare sia il Canada, dopo le loro recenti vacanze natalizie. Gli Stati Uniti non sono da escludere, data la presenza di Doria, mamma di Meghan.

La rinuncia al titolo

Su questo punto serviranno dei chiarimenti ben precisi, e come dicono da Palazzo, questo sarà un processo lungo e complicato. Ufficialmente i Duchi di Sussex non stanno rinunciando al titolo nobiliare, il loro passo indietro da membri anziani della famiglia va interpretato come un minor potere e minor numero di oneri. Starà quindi alla Regina decidere se privare loro anche del titolo di Duchi.

Incremento del fatturato della coppia

Inutile dire che abbandonando il sostentamento economico della Royal Family, la situazione di Meghan Markle e del Principe Harry cambierà. Se il Duca può contare ancora sulla sostanziosa fetta di eredità lasciatagli da mamma Lady Diana, Meghan ha un conto bancario non da meno dal suo lavoro d’attrice, in particolare per la serie tv Suits che l’ha resa famosa. Non essendo più membri senior i due potranno anche svolgere impieghi normali ed essere pagati per copertine e interviste. Quindi il loro fatturato, che la coppia ci tiene a precisare sarà in gran parte impiegato nei loro enti caritatevoli, andrà certamente ad aumentare. Meghan potrebbe persino tornare a recitare, anche se questa sarà una clausola da discutere con i Windsor.

Rivoluzione nella Monarchia

Meghan e Harry sono così rivoluzionari? Lady Diana aveva aperto la strada a una nuova visione per la Royal Family, partecipando a programmi tv, posando per copertine e dedicando la maggior parte del suo tempo a cause umanitarie. Non da meno Sarah Ferguson, che infatti nelle scorse settimane ha dato il suo pieno appoggio a Meghan, definendola fantastica e da celebrare.

Le Principesse Beatrice e Eugenie conducono una vita lontano dai riflettori, dedicandosi a veri lavori fuori dal palazzo: la primogenita del Principe Andrea e Sarah è la Vice Presidente della Afiniti, un’azienda leader nel campo dei software, e si divide tra Londra e New York. La secondogenita della coppia è direttrice della galleria d’arte londinese  Hauser & Wirth.

Infine, anche il Principe Edoardo e sua moglie Sophie hanno deciso di privare i loro figli di titoli nobiliari: Louise e James non sono principi ma Lady e Visconte.

Le Principesse Beatrice e Eugenie (foto Getty Images)

Meghan come Wallis Simpson

I paragoni erano partiti fin dal primo giorno, e oggi sembrano quasi inevitabili. Wallis Simpson, moglie dell’ex Re Edoardo VIII, zio della Regina Elisabetta, era americana, divorziata e per il suo amore il Re aveva rinunciato al trono. Meghan Markle, ex attrice, divorziata e americana è stata spesso paragonata alla donna che aveva portato scandalo e scompiglio nella famiglia reale.

Sono però passati ben 83 anni, il Principe Harry non è l’erede al trono, e Meghan, a differenza di Wallis, ha un grande seguito tra i sudditi inglesi, molti dei quali hanno sostenuto la loro decisione di fare un passo indietro, definendola coraggiosa e giusta.

Cosa ne penseranno invece a Palazzo? La tanto temuta minaccia americana è tornata a dividere la famiglia reale? Non ci resta che aspettare nuove dichiarazioni dei Windsor.