Melania Trump parla finalmente di Coronavirus dopo le polemiche

La First Lady parla del problema con molti giorni di ritardo, mentre suo marito continua a negare l'emergenza.

Pubblicato il 13 marzo 2020

Melania Trump è stata sommersa dalle polemiche nei giorni scorsi per non aver fatto alcun accenno nei discorsi e sui social all’emergenza Coronavirus. Lo stesso Presidente Donald Trump aveva negato il problema, e la First Lady non aveva fatto per nulla una buona figura assecondandolo.
Ora però Melania invita gli americani a proteggersi, ma le polemiche non si placano, dato lo scarso impegno del governo.

La First Lady era finita sotto attacco per non aver parlato del virus durante il suo discorso alla Conferenza nazionale dell’associazione genitori – insegnanti. Chiusi ben 600 istituti scolastici negli States, ma silenzio totale da parte di Melania. Stessa posizione da Donald Trump, che ha persino negato l’emergenza, dopo aver rifiutato di fare il tampone.
Oggi finalmente Melania Trump ha parlato per la prima volta di Coronavirus, contraddicendo suo marito che continua a negare la pandemia in corso a livello mondiale.

La nostra grande nazione sta lottando duramente contro il Coronavirus” esordisce la First Lady. “Il nostro paese è forte e pronto, e ce la faremo. Per piacere fate prevenzione e seguite le direttive per impedire ulteriori contagi. Visitate il sito del Governo per maggiori info“.
Con un semplice tweet Melania Trump ha fatto quello che avrebbe dovuto fare suo marito già nei giorni scorsi.

Le polemiche però non si sono placate. Infatti i followers di Melania Trump pretendono giustamente una maggiore azione del governo, per ora assente, nella prevenzione del virus.
Se ci tieni così tanto” scrive qualcuno su Twitter “convinci tuo marito a impegnarsi seriamente per il problema. Servono un maggior numero di test, 8 al giorno in un paese così grande non sono certo abbastanza“.

Gli Stati Uniti sono nell’occhio del ciclone per le problematiche riguardanti la sanità da sempre, e il Coronavirus sembra essere stato ancora una volta sottovaluto dagli organi competenti.

Storia

  • Melania Trump