Michelle Williams: le donne devono farsi pagare per il loro valore

L'attrice è in attesa del secondo figlio dal compagno Thomas Kail.

Pubblicato il 23 febbraio 2020

Michelle Williams parla del valore, economico e non, delle donne, e dalla necessità di farsi pagare adeguatamente. Sulla pagine di Vanity Fair l’attrice, a breve mamma per la seconda volta, guarda al passato e capisce come questa lotta di parità sia importante. Già madre di Matilda, nata dal matrimonio con Heath Ledger nel 2005, aspetta il secondo figlio dal regista teatrale Thomas Kail.

Non è una questione di soldi, è una questione di valore” esordisce Michelle Williams, parlando della disparità di compensi a Hollywood tra uomini e donne. “Quando ho iniziato a pensare a cosa avrei fatto con i soldi se li avessi avuti, ho capito la libertà di scelta e la libertà. Allora ho compreso che dovevo dare più valore a me stessa“.

Michelle Williams torna in tv
Michelle Williams alla presentazione di Fosse/Verdon (foto Getty Images)

La lotta per i compensi è partita proprio con lei nel 2018. Infatti Michelle Williams fu pagata solo una frazione rispetto Mark Wahlberg, quando i due dovettero rigirare alcune scene di Tutti i soldi del mondo dopo il licenziamento di Kevin Spacey.

Mi addolora pensare che negli ultimi anni si sia parlato di me più per questo che per i miei film. Si tratta di una umiliazione, ma poi ho capito che serviva. Se queste disparità le ho subite io, figuriamoci le donne che conducono lavori normali e umili tutti i giorni“.

Michelle Williams non si sente una paladina, ma è contenta che qualcosa stia cambiando.
Lo vedo, inizio a vedere un cambiamento. Non solo nei compensi, anche in come le persone si rivolgono a me e alle altre donne.”

L’attrice, per il suo ruolo successivo, nella serie tv Fosse/Verdon, ha ricevuto per la prima volta lo stesso compenso del protagonista maschile Sam Rockwell.
A breve tornerà al cinema con Dopo il matrimonio, remake di un film di Susanne Bier del 2006, al fianco di Julianne Moore, e diretta dal marito della collega, Bart Freundlich.

Lavorare con lei è stato scivoloso” dice Michelle Williams sorridendo. “Interpretiamo due donne che in alcuni momenti cercano di manipolarsi emotivamente a vicenda. Siamo ricorse a tutte le armi a nostra disposizione. È stata una sfida e un’esperienza meravigliosa“.

Storia

  • Vip