Principe Alberto di Monaco: ho avuto paura per il Coronavirus, ora sto meglio

Il Principe non vede l'ora di tornare da sua moglie Charlene e dai gemelli Jacques e Gabriella.

Pubblicato il 30 marzo 2020
News

Il Principe Alberto di Monaco torna a rassicurare sulle sue condizioni di salute, ma ammette di aver avuto paura per il Coronavirus. Infatti dieci giorni fa il monarca del Principato di Monaco è risultato positivo al tampone per il Covid-19. Da allora in isolamento nelle sue stanze a Palazzo, non vede sua moglie e i suoi figli da due settimane.

In una lunga intervista telefonica con il Corriere della Sera, il Principe Alberto di Monaco racconta la sua esperienza con il Coronavirus. “Sì, ho avuto paura, come tutti, quando mi hanno comunicato che ero positivo Covid-19. Ora sto meglio, ma una settimana fa ero anchio spaventato, e mi sono domandato come potevo averlo preso“.

Alberto ha esposto il suo dubbio fin dall’inizio, visto che nel piccolo Principato ci erano già stati dei casi. “Avevo la sensazione di poter aver preso il virus. Il ministro di Stato del Principato, Serge Telle, era risultato positivo. Mi ero incontrato più volte con lui per discutere proprio dell’emergenza sanitaria. Sapevo inoltre di una signora di Londra con la quale avevo parlato nella capitale britannica che era risultata positiva anche lei. Ho visto anche il principe Carlo a Londra a una serata di gala“. Infatti anche l’erede al trono inglese è risultato positivo al Coronavirus pochi giorni dopo.

“Spero davvero che Carlo non pensi che sia colpa mia e gli faccio gli auguri di riprendersi presto. Impossibile, non credo proprio a un passaggio del contagio tra di noi, perché alla serata di gala eravamo seduti su lati opposti del tavolo. E non ci siamo neppure scambiati una stretta di mano“. Infatti negli eventi mondani i membri della famiglia reale inglese avevano già iniziato il distanziamento sociale. Molti giornali britannici però avevano dato la colpa al Principe di Monaco.

Alberto parla poi della Principessa Charlene e dei principini Jacques e Gabriella. “Si erano già trasferiti a Roc Agel, la nostra tenuta di campagna, per scongiurare i rischi della pandemia globale. Ovviamente non sono più andato a trovarli, per precauzione. Adesso spero che il nuovo test al quale mi sottoporrò nei prossimi giorni risulti finalmente negativo in modo da poterli raggiungere e rivederli”. Il Principe è in contatto con loro telefonicamente, per tranquillizzarli e poter stare loro vicini in questo momento difficile.

Il ritorno a scuola dei baby Grimaldi
Charlene e Alberto con Jacques e Gabriella il primo giorno di scuola (foto @royalchildren_ su Instagram)

Con Charlene ci sentiamo al telefono più volte al giorno, ho cercato di tranquillizzarla. Ho cercato di parlare anche con i piccoli Jacques e Gabriella anche se loro sono sempre in movimento, sempre distratti da mille cose come tutti i bambini, è difficile catturare la loro attenzione.” Alberto ironizza sull’ormai nota iper attività dei suoi figli. “Quando mi parlano hanno sempre molta voglia di raccontarmi che cosa hanno fatto nella giornata, anche i compiti per la scuola che hanno iniziato quest’anno. Credo che nel corso dei giorni sia stata Charlène a far comprendere loro l’emergenza in casa, adesso credo abbiano capito anche loro cosa sta succedendo“.

Infine rassicura sulle sue condizioni di salute. “Adesso, dopo tanti giorni, non ho più la febbre. Anche la tosse è migliorata. Sogno di tornare da Charlene e dai gemelli la prossima settimana“.

Da buon sovrano, rimasto al lavoro anche in isolamento, ricorda di rispettare tutte le precauzioni.
L’isolamento e la pulizia sono le uniche armi che abbiamo, e dobbiamo seguire scrupolosamente le disposizioni sanitarie. Anche a Monaco credo che all’inizio, specialmente i giovani, abbiano sottovalutato i rischi. Il mio messaggio va a tutti gli amici di Monaco in Italia, a tutti gli italiani colpiti da questa epidemia, che hanno perso delle persone care“.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Vip