Principe Harry: sette anni in terapia dopo la morte di Diana

Con Meghan Markle al suo fianco, il Duca si è lasciato andare a questa importante confessione.

News

Il Principe Harry ha raccontato di essere stato sette anni in terapia dopo la morte di sua madre Lady Diana. Il Duca di Sussex, introdotto da Meghan Markle, ha rivelato questo suo dramma personale a una conferenza sulle malattie mentali dei più giovani a Miami. Il summit ha visto per la prima volta Harry e Meghan in pubblico dopo la Megxit.

L’evento si è tenuto a porte chiuse, presso il 1 Hotel South Beach di Miami, ed è stato organizzato dalla multinazionale americana  JPMorgan. Il Principe Harry, da sempre insieme al Principe William in prima linea nella cura delle malattie mentali, confessa di averne sofferto a lungo.

La Principessa Diana, il Principe Harry e il Principe William (foto Getty Images)

Infatti, per la prima volta, ha raccontato il duro cammino affrontato da adolescente dopo la morte di sua madre, la Principessa Diana, nel 1997. Al suo fianco Meghan Markle, che lo ha introdotto sul palco ribadendo tutto il suo amore per lui.

Secondo quanto riportato dal Daily Mail, il Principe Harry ha spiegato anche le motivazioni della Megxit. Il Duca si è detto sopraffatto dalla pressione pubblica negli ultimi due anni, motivo per cui lui e sua moglie hanno deciso di fare un passo indietro dalla vita pubblica. Le fonti riportano che Harry ha sottolineato che non vuole che sua moglie e suo figlio Archie non vivano ciò che ha affrontato lui da bambino.

Un percorso difficile quello del Principe, che a differenza di suo fratello William, ha combattuto con i demoni nella sua mente a lungo, fino all’arrivo di Meghan Markle. Un giovane ribelle, sempre sui giornali per averne combinata una nuova, fino alla crescita e maturità dopo le nozze e la paternità. Una maturità che gli ha fatto capire che la sua priorità era la famiglia.

Tra gli altri ospiti del summit Bob Kraft, Alex Rodriguez e Magic Johnson.