Capesante con carciofi e salsa al vino: un antipasto dall'antico sapore terra-mare

Aggiornato il 23 febbraio 2015

PREPARAZIONE
Frullate il pancarré con qualche foglia di prezzemolo e una macinata di pepe.
Pulite i carciofi: levate le prime foglie dure, allargate le foglie, levate la barba interna e metteteli in una bacinella con acqua e succo di limone.
In una casseruola abbastanza ampia fate rosolare l’aglio con un paio di cucchiaiate abbondanti d’olio extravergine d’oliva.
Riempite i carciofi con il pancarré macinato.
Salate, premete bene e metteteli con il gambo all’insù nella casseruola. Lasciate rosolare per alcuni minuti e poi sfumate con la metà del vino bianco, lasciate sfumare e coprite lasciando cuocere per una trentina di minuti.
Nel frattempo pulite le capesante levandole dal loro guscio e tritate il prezzemolo.
Quando i carciofi saranno pronti toglieteli dalla casseruola e aggiungete nella casseruola il vino rimasto e una macinata di zenzero. Fate addensare per qualche minuto.
Nel frattempo fate grigliare da ambo i lati le capesante in una padella antiaderente.
In piatti di portata singoli ponete al centro i carciofi con le foglia rivolte verso l’alto, ponete al centro di ogni carciofo le capesante e irrorate con il tutto con la salsa al vino e una spolverata di prezzemolo.

TEMPO DI PREPARAZIONE E COTTURA:
45 MINUTI CIRCA

PER PORZIONE:
CALORIE 110

DOSI PER 4 PERSONE
INGREDIENTI
8 carciofi abbastanza grandi
8 capesante
2 fette di pancarré
zenzero fresco
aglio
130 ml di vino bianco secco
olio extravergine d’oliva
2 limoni
sale – pepe

VINI CONSIGLIATI
COLLI MARTANI GRECHETTO (anche di Todi) (asciutto/abboccato)
TORGIANO CHARDONNAY
MARTINAFRANCA

COLLI MARTANI GRECHETTO (anche di Todi) (asciutto/abboccato)
Aree di produzione: Umbria – affinamento: anche nel secondo anno (di Todi) – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: PESCE – colore: giallo paglierino – odore: leggermente vinoso delicato tipico – vitigni: grechetto (85%-100% ) trebbiano toscano e/o trebbiano spoletino e/o malvasia bianca del chianti e/o malvasia bianca di candia e/o garganega e/o verdicchio (0-15%) – sapore: vellutato con retrogusto leggermente amarognolo fruttato tipico armonico – asciutto/abboccato – grad. alcolica min. 11,5° – 12° (di Todi).

TORGIANO CHARDONNAY
Aree di produzione: Umbria – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: PESCE – colore: giallo paglierino – odore: tipico intenso gradevole – vitigni: chardonnay (85%-100%) altre (15%) – sapore: asciutto fruttato leggermente acidulo asciutto – grad. alcolica min. 10,5°.

MARTINAFRANCA
Aree di produzione: Puglia provincia BA/BR – affinamento: fino a 2 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: FRUTTI DI MARE, PESCE – colore: paglierino chiaro o verdolino – odore: gradevole tipico vinoso delicato – vitigni: verdeca (50%-65%) bombino d’alessano (35%-50%) fiano e/o bombino e/o malvasia toscana (0%-5%) – sapore: asciutto delicato asciutto – gradazione alcolica minima 11°.

Articolo originale pubblicato il 28 agosto 2013

Seguici anche su Google News!