Salsiccia al vino bianco: come cucinarla velocemente

Ingredienti

  • 600 g di salsiccia di Monza
  • ½ bicchiere di vino bianco secco
  • salvia

La salsiccia può essere cucinata in tanti modi: alla griglia, al vino bianco, alla cacciatora, con i fagioli (in particolare nella stagione fredda), con i crauti, con verdure varie. Può essere un secondo piatto gustosissimo e robusto, ma anche un piatto unico con la pasta. E che dire poi del risotto alla salsiccia? È un classico che piace a tutti, in tutte le stagioni.
Come questa salsiccia al vino bianco, che vuole appunto solo un vino bianco secco e una foglia di salvia: NIENTE GRASSI. Ideale da servire anche come piatto unico accompagnato magari da una polenta o da un buon purè di patate o da verdure varie.
Il consiglio
La salsiccia di Monza è lunga e sottile. Ma se le salsicce non sono sottili, tagliatele a metà per una cottura più veloce. Servitele sempre con il sughetto di cottura.
Come ho anticipato, la salsiccia è anche molto buona con il riso,
in questo caso si fa un risotto, incorporandovi la salsiccia.
Il vino
Il Cirò Rosso, il vino Doc di Calabria
Si sposa benissimo con le salsicce, ma anche con ogni tipo di carne:
carni in umido, brasati, salumi in genere, arrosti di carni rosse,
capretto farcito, carni d’agnello, piatti piccanti e impegnativi.
Il Cirò Rosso Doc si serve preferibilmente a temperatura ambiente.
Si consiglia di stappare le bottiglie qualche ora prima della mescita.

Preparazione

La salsiccia di Monza è lunga e sottile. Tagliatela a pezzi e punzecchiatela con una forchetta. Scaldate in un tegame una certa quantità di acqua, quando è molto calda immergetevi la salsiccia per qualche minuto fino alla ripresa del bollore. Sgocciolatela e passatela in padella, versate il vino bianco, aggiungete qualche foglia di salvia e fatela cuocere a fuoco vivo per una decina di minuti, non di più. Photo Credit: Totteboll via photopin cc

Note

Informazioni utili