Scarpe Gucci: le più belle di sempre

Dai mocassini col morsetto del 1953 fino ai modelli disegnati da Alessandro Michele, gli oggetti del desiderio delle shoeaholic di tutto il mondo.

Moda

Ne hanno fatta di strada le scarpe Gucci da quel lontano 1953, quando Aldo, figlio del fondatore Guccio Gucci, decide di introdurre le calzature tra i prodotti di pelletteria del marchio di famiglia. Il numero uno della casa fiorentina è il mocassino, modello unisex decorato da un morsetto di metallo ispirato a morsi e briglie usati nell’equitazione.

Negli anni è stato ai piedi di Francis Ford Coppola, Alain Delon, Jodie Foster, Dustin Hoffman; nel 1985 diventa persino parte della collezione permanente del Metropolitan Museum di New York, tanto grande è l’impronta che lascia nella storia della moda.

È vasta la gamma di mocassini provenienti dagli archivi Gucci: narrano l’evoluzione di questa calzatura nel corso degli anni e mostrano l’applicazione del rinomato morsetto a un’ampia gamma di materiali, dal vitello al camoscio, dal pitone al coccodrillo fino a versioni in satin e canvas.

Con il tempo è stato abbinato ad altri classici simboli della Maison, come il nastro Web in gros-grain (comparso per la prima volta negli anni Cinquanta), il bamboo e le doppie GG. Una ricca varietà di proporzioni, compreso il modello con il tacco, che ha dato slancio al mocassino da donna, e la calzatura ibrida, a metà tra un mocassino e uno stivaletto, rivela modelli inediti.

Dopo Frida Giannini, è stato il direttore creativo Alessandro Michele a creare modelli super cool che si trasformano in slipper o si declinano in stampa Flora (ideata dall’artista Vittorio Accornero negli anni ’60, per un foulard commissionato per la Principessa Grace di Monaco).

La produzione di scarpe Gucci, però, non si limita ai mocassini: negli anni si sono venute ad aggiungere décolleté, stivali, sandali, mules e persino ciabatte che hanno conquistato il cuore delle shoeaholic, spingendo la casa di moda nell’Olimpo dei brand più desiderati e più acquistati.

Ecco le 10 scarpe Gucci più belle di sempre (con prezzo), secondo la redazione di DireDonna.

  1. Gucci (890 euro)

    Il mocassino Gucci è stato reinterpretato più volte da Alessandro Michele. Per la collezione pre-fall 2019 è previsto un modello con tacco medio in pelle e la doppia G con finiture in oro anticato incastonata sul dettaglio Web. È stato concepito per essere indossato con la parte posteriore ripiegata e ha una fila di perle GG e borchie sul tacco grosso.

  2. Gucci (495 euro)

    Accessorio essenziale delle collezioni della Maison, la sneaker Ace si ispira alle calzature sportive rétro. Il dettaglio Web verde e rosso è impreziosito dai dettagli emblematici di Gucci, come l’ape ricamata color oro, simbolo riaffiorato dagli archivi degli anni Settanta.

  3. Gucci (590 euro)

    It-shoes la décolleté Sylvie di pelle nera a punta con tacco di 10,5 cm e dettaglio web in  gros-grain con fibbia.

  4. Gucci (790 euro)

    In pelle metallizzata il sandalo dal tacco alto con listelli sottili che si uniscono a formare il nodo frontale. È disponibile anche in argento e in pelle nera.

  5. Gucci (2.700 euro)

    Arriva dalla sfilata Primavera-Estate 2019 lo stivale overknee con GG mezzaluna realizzato in morbida pelle bianca, animata da un fulmine in pelle metallizzata argento su entrambi i lati.

  6. Gucci (590 euro)

    Nella Cruise 2019 è riproposta in stampa Flora la slipper Princetown che ha fatto il suo debutto nell’Autunno-Inverno 2015, un modello dalla silhouette essenziale, evoluzione del classico mocassino con Morsetto.

  7. Gucci (1.190 euro)

    In velluto GG  lo stivaletto con morsetto e cristalli caratterizzato da una forma che ricalca quella del mocassino. File di cristalli iridescenti illuminano il tacco dorato dalla superficie a specchio.

  8. Gucci (690 euro)

    La ballerina bicolore si caratterizza per il dettaglio con design a mezzaluna, in cui le iniziali del fondatore della Maison si distinguono per la forma rotonda e l’allure contemporanea. A contrasto con un cinturino in pelle dall’effetto increspato.

  9. Gucci (690 euro)

    Il sandalo con plateau dalle linee essenziali della Maison si arricchisce nella collezione GG Marmont,  della doppia G ispirata a un logo d’archivio, comparso per la prima volta in una fibbia per cinture degli anni ’70.

  10. Gucci (250 euro)

    Sono state tra le scarpe Gucci più vendute nel 2017 i sandali di gomma in tessuto GG supreme con stampa Blooms. Ciabatte, sì, ma griffatissime (e imitatissime).

 

Credits foto: