Tutto su Siamo solo noi - Sei come 6, documentario dedicato a Vasco Rossi

L'11 settembre va in onda su Canale 5 il racconto di sei famosi concerti del rocker di Zocca allo stadio di San Siro, con la voce narrante di Gerry Scotti.

Pubblicato il 10 settembre 2021
Spettacolo

Sabato 11 settembre Canale 5 ripropone in prima serata Siamo solo noi – Sei come 6, documentario di Giorgio Verdelli dedicato ai famosi sei concerti di Vasco Rossi a San Siro del 2019. Il VascoNonStopTour di quell’anno è stato un evento dalle proporzioni enormi, con un numero record di date e di biglietti venduti. Numeri che da sempre il rocker di Zocca ci ha abituati a vedere, grazie anche al suo pubblico che da decenni lo segue nei suoi live (come dimenticare l’evento di Modena Park, grazie al quale ha ottenuto il primato mondiale per il maggior numero di spettatori paganti: più di 225mila).

Il documentario è costruito come una vera e propria full immersion all’interno dei concerti nello stadio milanese. Un racconto simile ad un grande flashback, che inizia con le fasi finali di smontaggio dell’imponente palco per poi tornare a ripercorrere tutte le serate. Si passa dalle immagini del pubblico, della band, alle prove, fino all’ultima data. Contemporaneamente, viene mostrato il percorso che, a partire dal suo primo San Siro nel 1990, ha portato Vasco ad essere la rockstar che è oggi, attraverso ricordi e immagini inedite.

Gerry Scotti fa da voce narrante di questo viaggio nella carriera del cantante. Tanti sono anche gli ospiti che raccontano in che modo le sue canzoni abbiano costantemente fatto parte della loro vita: da Luca Zingaretti a Fiorella Mannoia, da Max Pezzali ad Achille Lauro, passando per Ermal Meta, Joe Bastianich, Sfera Ebbasta e moltissimi altri. A fare da filo conduttore di tutta la storia è proprio Vasco Rossi, in due interviste registrate rispettivamente a Lignano Sabbiadoro e in un San Siro completamente vuoto.

Quello di Verdelli è quindi un documentario che parla al cosiddetto “popolo di Vasco“, a tutte quelle persone che da ormai quattro generazioni ascoltano e si ritrovano nei testi e nella musica del rocker, a tutti quelli che erano presenti quando è stato il primo cantante italiano ad esibirsi al Meazza. Un racconto che, allo stesso tempo, vuole trasportare gli spettatori nell’atmosfera e in quella sorta di ritualità che precede ogni concerto, e che fa delle esibizioni di Vasco Rossi un’esperienza unica nel suo genere.

Seguici anche su Google News!