Qualche giorno fa è arrivata a sorpresa la notizia che Aida Yespica si era sposata con Leonardo Gonzales, avvocato venezuelano, come lei. Si diceva che la show girl fosse fidanzata con lo stilista Plilipp Plein, con tutto il gossip nato intorno a questa storia controversa, ma nulla era vero, ha spiegato Aida Yespica.

Il matrimonio a sorpresa di Aida Yespica aveva meravigliato tutti, era sfuggito agli addetti ai lavori che stesse frequentando qualcuno, dopo un flirt di qualche settimana con Teo Mammucari, un avvicinamento a Bobo Vieri, mai confermato, si pensava che stesse con lo stilista Plilipp Plein. All’improvviso la scelta di sposare Leonardo Gonzales a Las Vegas.

Al settimanale “Vero”, Aida Yespica ha voluto spiegare i veri motivi del suo matrimonio:

“Mi ha colpito la simpatia e la cavalleria, ci sono pochi uomini così in circolazione. Mi apre la portiera della macchina, mi chiede sempre di cosa ho bisogno, è sempre attento a ogni cosa e la sua premura mi ha colpito nel cuore. Premura che ha dimostrato dì avere anche con altre persone, come mia sorella, il mio bambino, i miei amici. Insomma, è una persona attenta e altruista. Poi è una persona serena. E avevo proprio bisogno di allegria”.

Qualcuno c’è, ma bisogna fare un’attenta ricerca, così, Aida Yespica racconta come l’ha incontrato, una conoscenza che risale nei mesi precedenti alla sua partecipazione all’Isola dei Famosi dove, anche se non ha vinto, è stata considerata quella morale, completamente cambiata nel carattere, più dolce, forse la nascita del figlio ha contribuito molto a trasformare il suo carattere litigioso:

“L’ho conosciuto a dicembre, prima di partecipare all’Isola. Questa voce secondo cui sarei stata ancora con Philipp Plein non era vera, con lui era già finita l’anno scorso. Dopo l’Isola, l’ho rivisto perché lui confezionava ancora gli abiti per me, ma non sono mai tornata con lui: tra noi c’è solo amicizia.

Per ingannare l’attesa del matrimonio, Aida Yespica ha posato nuda su Playboy, il mensile per soli uomini, ma non c’era nulla di volgare, solo il suo splendido corpo in primo piano.