Come si applica l’ombretto? Per stendere l’ombretto e valorizzare lo sguardo esiste una tecnica precisa. Basta un po’ di pratica per apprenderla e poi potrete utilizzarla per sbizzarrirvi con tutti i look occhi che volete. Ecco una guida utile in cui saranno spiegati tutti i passaggi per l’applicazione dell’ombretto.

Innanzitutto, è necessario dotarsi degli strumenti adatti al trucco occhi:

  • due ombretti in polvere della stessa palette di colori, uno più chiaro e l’altro più scuro. Potrete voler creare un effetto mat, ma in genere è consigliato abbinare un colore opaco a uno brillante. Se siete alle prime armi optate per una tonalità di marrone o per un color bronzo (poi potrete sperimentare colori più scuri).
  • un ombretto nude – beige, rosa carne, color crema, champagne, avorio – per la base o un primer.
  • pennelli: uno con punta larga per il colore chiaro e uno a punta sottile per i colori scuri. Conservatene anche uno pulito da parte per le sfumature.
  • una matita per occhi ben temperata;
  • un fazzoletto o uno shadow shield (opzionale).

A questo punto, non resta che iniziare con il trucco occhi, seguendo le seguenti fasi:

  1. Truccate il viso. Prima di iniziare a truccare gli occhi, stendete i prodotti che si applicheranno su tutto il viso, come fondotinta, correttore e cipria.
  2. Applicate la base. A questo punto, dovrete preparare la base degli occhi che servirà a rendere più facile l’applicazione degli ombretti, ma anche a garantirne una maggior durata. Potete usare un primer oppure l’ombretto nude, da stendere – sia sulla palpebra mobile sia fissa – con un pennello o anche picchiettandolo con le dita, visto la tonalità chiara dell’ombretto.
  3. Applicate la matita. Per fissare l’ombretto, passate anche un tratto di matita, la quale deve essere ben temperata, né troppo morbida né troppo dura e preferibilmente della stessa nuance dell’ombretto che si andrà ad applicare. La matita si applica dall’esterno verso l’interno (in caso contrario si ottiene un’espressione triste degli occhi), vicino alla base delle ciglia. Per aiutarvi, tirate l’angolo esterno dell’occhio leggermente verso l’alto.
  4. Applicate l’ombretto più chiaro. Con il pennello a punta larga stendete l’ombretto più chiaro sulla palpebra mobile, con un movimento dall’interno all’esterno.
  5. Applicate l’ombretto più scuro. Utilizzando il pennello a punta sottile, applicate l’ombretto più scuro dall’esterno verso l’interno, fermandosi a metà palpebra.
  6. Sfumate. La parte più delicata è sicuramente la sfumatura, necessaria per fondere insieme le due tonalità. Per questa operazione utilizzate un pennello pulito, soprattutto per evitare sbavature e macchie tra l’estremità dell’occhio e la zona del viso non coperta dall’ombretto. Per sfumare, seguite comunque lo stesso movimento adottato in precedenza: per l’ombretto chiaro spostatevi dall’interno verso l’esterno, e per quello scuro dall’esterno verso l’interno.
  7. Utilizzate un fazzoletto. Se volete evitare che residui di ombretto vi cadano sulle guance durante l’applicazione potete tenere un fazzoletto sotto l’occhio mentre sfumate, in modo che le polveri finiscano su di esso. In commercio esistono anche degli apposti shadow shield, ma potete tranquillamente utilizzare un fazzoletto di carta.
  8. Intensificate il trucco. Con un movimento a mezzaluna, applicate un po’ di ombretto scuro nell’incavo della palpebra per dare intensità allo sguardo.
  9. Ripassate la matita (se necessario).
  10. Controllare il trucco. Date uno sguardo al trucco e aggiungete eventualmente un po’ di make up se volete creare un effetto più intenso (sfumate sempre) e voilà, siete pronte.

Alternative all’ombretto in polvere e accorgimenti:

  • se usate un ombretto cotto, bagnate leggermente il pennello;
  • se usate un ombretto in crema, la miglior tecnica è stenderlo con le dita e non con il pennello;
  • se volete ottenere un look da sera più luminoso e rock, utilizzate la tecnica per applicare l’ombretto effetto bagnato.