Sapere come arredare un soggiorno rettangolare è fondamentale per rendere la stanza non sono bella esteticamente, ma anche funzionale, sfruttando al massimo tutti gli spazi e le qualità che questa forma le conferisce.

Il grande vantaggio di un soggiorno rettangolare è infatti lo spazio che si estende il lunghezza: in questo modo è possibile dividere la stanza in almeno due ambienti, quelli che per elezione trovano posto nei living e soggiorni moderni, cioè un angolo con sala da pranzo e il salotto con la tv. Il soggiorno è una delle stanze più vissute, utilizzate durante il giorno, per questo sapere come arredarlo al meglio è importante.

Le soluzione più classica prevede appunto di dedicare metà stanza alla sala da pranzo e metà al salotto. Da un lato della stanza potrete posizionare quindi il tavolo con le sedie, magari sopra a un tappeto affinché le gambe non graffino pavimento o parquet, e un’immancabile credenza. Utile anche un carrello portavivande abbinato a questi mobili, per fare avanti e indietro con la cucina e avere un piano d’appoggio in più.

Nell’altra metà del “rettangolo” si può posizionare l’angolo relax, con il divano e di fronte ad esso la tv con il mobile tv. In base alla posizione delle finestre il divano può essere posizionato anche con le spalle verso l’angolo “pranzo”, in modo da creare un vero e proprio divisorio tra i due ambienti. In alternativa, questa divisione può essere marcata anche da una libreria o da un mobile basso e lungo, ma anche evidenziata da un grande tappeto che comprenda tutto questo secondo angolo.

L’angolo relax con divano e tv diventa poi super-accogliente se ci sono spazio e budget per acquistare un divano a L, un divano a U, oppure divano con un paio di poltrone e pouf, affinché le persone che si accomodano qui possano conversare agevolmente, magari intorno a un utile tavolinetto basso.

Questo per quel che riguarda una soluzione standard, classica. In realtà un soggiorno rettangolare è un vero e proprio jolly e si può comporre in base alle esigenze dei padroni di casa. Se la sala da pranzo è in un’altra stanza o non interessa, per esempio, si può aggiungere un angolo studio con librerie, un angolo lettura o un angolo bar se siete soliti invitare amici per un cocktail.

Se ci sono bambini piccoli in casa, poi, è bene dedicare a loro un angolo della stanza in cui si trascorrerà molto tempo, in modo da poterli avere sempre sotto controllo. Bastano un piccolo tavolo con sedie o un tappeto da aggiungere e togliere a seconda delle esigenze.

Per gli amanti dell’home theater e dell’alta fedeltà non potranno mancare casse e un angolo con stereo e per gli appassionati del vintage sempre più numerosi un ritrovato giradischi, che è anche un ottimo elemento di arredo.

Alle pareti, una volta deciso lo stile della stanza (classico, contemporaneo, etnico, industrial, shabby chic), sarà bene appendere poster, opere d’arte, specchi in armonia con il mobilio. Se avete il pollice verde non dimenticate di aggiungere poi qualche pianta qua e là per dare vita e colore.

Anche l’illuminazione, infine, vuole la sua parte: quando si pensa come arredare un soggiorno rettangolare bisogna tenere conto di almeno due grandi punti luce dall’alto per gli ambienti principali (per esempio un lampadario o faretti sia sopra il tavolo da pranzo che sopra la zona relax), e di alcuni piccoli punti luce negli angoli, per esempio per leggere la sera un libro sul divano o per guardare la tv con quel minimo di luce necessario per non stancare gli occhi.