Per colpa di un tradimento, di una relazione passata finita male, dell’insicurezza, del cattivo esempio in famiglia, a volte capire come lasciarsi amare è davvero difficile: ma cosa dice la psicologia a riguardo?

Lasciarsi andare all’amore, innamorarsi e lasciare che qualcuno si innamori di noi, infatti, non sono cose così semplici, indolore, e soprattutto non sono tutte “rose e fiori” come nelle storie a lieto fine dei film.

Prima di tutto, per lasciarsi amare, è importante amare se stessi, conoscersi e sapere che c’è tanto da amare, ritenersi degni di ricevere amore. L’autostima è infatti il passo fondamentale affinché qualcuno si innamori di noi e anche affinché si possa costruire poi insieme una relazione sana ed equilibrata. Possono esserci molti ostacoli per raggiungere la felicità e l’amore, ma la maggior parte di essi li posizionano le persone stesse con le loro emozioni, i preconcetti, le paure.

Come lasciarsi amare? Vediamo cosa dice la psicologia.

  • Non avere paura di cambiare. Per quanto si possa avere una percezione negativa di se stessi, un’auto-stima ridotta, in molti hanno comunque paura di cambiare, di modificare il proprio mondo, le proprie abitudini, di lasciare la propria “zona di comfort”. L’apertura, però, è l’essenza stessa della crescita psicologica e non va mai temuta o rimandata.
  • Lasciare cadere le difese. Spesso, le persone innalzano muri a difesa del proprio cuore soprattutto se in passato sono state colpite da mancanze di rispetto, di amore, e hanno paura che l’esperienza si ripeta. Per contro, possono essere anche tentate di ricreare le stesse condizioni e dinamiche conosciute in passato, anche per auto-punirsi. Lasciare cadere queste difese, presentarsi per ciò che si è, raccontando anche il proprio passato e le proprie esperienze, è un ottimo passo per iniziare a lasciarsi amare.
  • Affrontare l’ansia. I cambiamenti, le novità, il sentirsi vulnerabili davanti all’altro possono generale molta ansia. Lottare contro l’ansia facendo dei passi indietro è controproducente. Meglio affrontarla, prendere atto della sua esistenza e cercare di superarla andando avanti, piuttosto che indietro e tornando a una posizione di chiusura.
  • Abbandonare il senso di colpa. Lasciarsi amare, lasciarsi andare alla felicità e all’amore, può anche generare sensi di colpa. Per chi o per cosa? Per esempio per genitori, amici o fratelli che non sono felici come lo siete voi in quel momento. Lasciarsi amare rischia di far sentire felici ma più soli. Questo sentimento va affrontato e superato per raggiungere la pienezza della relazione e dell’amore, facendo naturalmente anche i conti con chi ci circonda e con il passato.
  • Prendere atto del dolore. Lasciarsi amare, infine, prevede anche il prendere atto del dolore della possibile e ipotetica perdita dell’amore stesso, oppure può portare all’apertura di vecchie ferite, come di amori finiti o perduti. Amore, gratitudine e piacere possono portare la tristezza per il tempo passato senza amore, per il tempo che passa o per la vulnerabilità della condizione umana. Con questi sentimenti non si può che convivere, inutile sfuggire all’amore per evitarli, si perderebbe sono la possibilità di una vita felice.