Decidere ogni mattina cosa indossare è una fatica non da poco per tutte le donne. “Solo un superficiale non giudica dalle apparenze” scriveva Oscar Wilde, eppure, oltre a seguire i trend o rispettare i canoni classici dell’eleganza, c’è una terza via per vestirsi in una maniera originale ogni mattina. Si tratta di aprire l’armadio, guardarsi dentro, capire come ci si sente in quel dato momento e solo allora scegliere qual è il colore d’elezione del giorno. Si tratta della cromoterapia applicata alla moda e a detta di tante, che l’hanno consapevolmente provata con mente aperta, funziona alla grande.

Ma qual è il suo segreto? La luce e le sue gradazioni di colore influiscono sul nostro umore e sui nostri stati d’animo. E cos’è il colore se non pura luce? La cromoterapia, parola che viene dal greco e significa “curare con il colore“, ha origini molto lontane e da sempre fa parte delle tradizioni mediche indiane, cinesi e tibetane. Si tratta anche di una terapia estremamente attuale e, ai nostri giorni, davvero molto in voga. Nel mondo della bellezza la troviamo applicata nei centri benessere e nelle spa dove il lento cambiare dei colori nella penombra degli ambienti avvolge il corpo e la mente in una calda sensazione di benessere.

Un benessere che si può ritrovare tutti i giorni la mattina appena si apre l’armadio: ci si pone a occhi chiusi davanti a esso cercando di percepire qual è il mood della giornata e come ci si sente a riguardo. Siamo noi a indossare i vestiti e non viceversa, quindi, bisogna saper scegliere con un criterio, anche un po’ spirituale, cosa indossare. Ad esempio, il rosso è il colore della passione e della gioia di vivere. Ha in se un’alta carica di energia. È il colore giusto da indossare per sentirsi audaci, forti e femminili durante la giornata. Avendo un effetto eccitante e stimolante, secondo la cromoterapia, se si è un po’ nervose è bene ripiegare su una tonalità che ispiri calma, come il blu, che è il colore della tranquillità e della calma interiore, due effetti che trasmette anche su chiunque si incontri e che suggerisce l’immagine di una persona tranquilla, serena e disponibile. Sul lavoro è il colore migliore da indossare durante una riunione importante perché riduce ansia e tensioni.

Se di fronte all’armadio ogni mattina si impara a sentire e interpretare in modo corretto lo stato d’animo, col tempo si saprà d’istinto su quale colore puntare e quale, invece evitare. Per esempio, se ci si sente un po’ giù di tono, il nero e il grigio sono assolutamente da scartare, a favore, invece di colori che possano tirare su il morale e in modo che la giornata prenda letteralmente un’altra piega. Tutto questo perché la cromoterapia dei vestiti agisce sia su di noi che nelle nostre interazioni con gli altri.

Per aumentare carica ed energia, al posto del nero meglio scegliere il giallo. Un colore troppo acceso? Certamente, perchè è una ricarica immediata di energia e dinamismo, solarità e ottimismo. Pura joie de vivre, da indossare quando c’è una giornata non facile da affrontare. Come il rosso, però, essendo un colore così eccitante e vivace, è meglio evitarlo in caso di un incontro di lavoro importante perché gli animi degli interlocutori potrebbero surriscaldarsi. E questa non è una semplice congettura, ma qualcosa di scientificamente provato. Il viola stimola creatività e prontezza di spirito e, secondo la cromoterapia, rende molto più intuitive. Perchè non indossarlo, magari in una tenue e romantica gradazione glicine a un primo appuntamento?

L’arancione è il colore dell’ottimismo e dell’entusiasmo, nonché della spiritualità se si pensa alle divise dei monaci tibetani. Trasmette allegria e serenità, mostrando al mondo una persona serena e collaborativa. Ma è anche una nuance decisamente vistosa, quindi è meglio usarla nel tempo libero piuttosto che sul lavoro dove è considerata poco professionale. Ancora più del blu, è il verde il colore che la cromoterapia incoraggia ad indossare per i suoi effetti rasserenanti sia su chi lo indossa che su chi ci osserva. Il verde è il colore della natura e, quindi, della vita. Se il blu è il colore di chi è alla ricerca di calma e tranquillità, il verde è per chi ha già trovato queste due dimensioni dello spirito grazie al suo carattere imperturbabile. In conclusione, si può dividere il guardaroba per colori e guardare agli abiti con occhi nuovi, perché le loro nuance hanno un grosso impatto emotivo sulla vita: basta conoscere il potere e il significato dei colori per ottenere grandi benefici con il minimo sforzo e, al tempo stesso, per sentirsi bellissime e alla moda.

Foto: Young beautiful women at the weekly cloth market – Shutterstock