Nel sesso, le donne cougar sono come animali, ma in senso buono. È il risultato di un sondaggio condotto su donne over 40, molte delle quali si sentono delle leonesse a letto. Niente di nuovo, in parte: le donne di mezza età vengono dipinte in questo modo nell’immaginario collettivo. A volte si tratta di una mera leggenda metropolitana, ma nella quale c’è un fondo di verità: si suppone che una quarantenne abbia più esperienza tra le lenzuola che una sua collega ventenne.

Sembra un’atmosfera da “Bubi Barbieri dixit”, ma è quello che ha espresso un campione significativo di circa duemila iscritte, interrogate da CougarItalia.com per scoprire a quale animale corrispondesse maggiormente il loro carattere. Naturalmente, il discorso è caduto sul sesso e altrimenti non poteva essere.

Moltissime, il 44% delle donne intervistate ha detto di sentirsi una leonessa, e quindi essere coraggiosa, predatrice, ma soprattutto il saper vivere in gruppo. Il 23% invece si sente gatta, affascinante e misteriosa, curiosa e a caccia di novità, esattamente come il felino che in molte posseggono: perché una gatta ha bisogno di attenzioni, ma ha anche una grande autonomia. Il 19% di coloro che hanno preso parte al sondaggio possiedono invece un cane e si rivedono nella sua caratteristica fondamentale, ossia la fedeltà. Infine, il 14% si sente aquila reale, maestosa, fiera di sé, ma soprattutto complice.

Un ritratto quello delle donne cougar che è ideale, ma che in fondo corrisponde a qualcosa di vero: l’uomo e anche la donna sono animali, e sebbene dotati di raziocinio, hanno delle caratteristiche comuni con i propri amici, domestici e salvativi. Sarebbe interessante sapere in quali animali si rivedono i maschietti.