Chi frequenta una palestra per dimagrire o tonificare i propri muscoli sa benissimo che esistono i cosiddetti “tempi tecnici” da rispettare per cominciare effettivamente a bruciare grassi in eccesso. Tuttavia, se si focalizza l’attenzione sui muscoli e ci si impegna a fondo è possibile rassodare e tonificare i muscoli in sole due settimane.

Tra gli obiettivi più ambiti, le donne cercano di snellire braccia, gambe e rassodare i glutei. Ecco una serie di esercizi per rassodare il proprio corpo in pochissimo tempo.

Galleria di immagini: Fitness

Per svolgere il primo esercizio occorre l’uso di pesi professionali, acquistabili in negozi di sport, o fatti in casa usando bottiglie d’acqua da mezzo litro. Partendo da una posizione eretta con le gambe divaricate, scendere piegando le ginocchia e contemporaneamente piegare anche i gomiti mentre si reggono i pesi. Dopo essersi fermati in questa posizione per qualche secondo, ritornare alla posizione di partenza e ripetere l’esercizio da 8 a 12 volte.

Per migliorare la coordinazione dei movimenti delle braccia e delle gambe esiste un facile esercizio: partendo da una posizione iniziale con le braccia a formare un angolo retto, porre il braccio sinistro vicino ai fianchi e la mano destra vicino al viso; piegare e stendere quindi il ginocchio sinistro verso il petto e nello stesso tempo inclinare il torso in avanti, stendendo il braccio sinistro in avanti e la gamba destra dietro la schiena. Quando si torna nella posizione di partenza, bisogna ripetere l’esercizio alternando lato destro e lato sinistro per allenare entrambi.

Una variante dei semplici piegamenti potrebbe essere eseguita incrociando le gambe durante l’esercizio e applicando una torsione al busto superiore per allenare anche gli addominali. Come al solito, l’esercizio va ripetuto da un minimo di 8 a un massimo di 12 volte.

Per rassodare cosce e glutei, si può eseguire l’esercizio opposto alle flessioni: partendo da una posizione stesa, facendo forza su gambe e braccia bisogna tentare di alzarsi il più possibile e mantenere la posizione allenando i muscoli. Subito dopo, bisogna tornare nella posizione precedente e ripetere l’esercizio più volte.

Tra due serie di esercizi faticosi, è bene alternarsi con riscaldamento o esercizi di stretching: ad esempio, mantenendo un solo peso, stendere entrambe le braccia e ruotarle per rilassare e porre in tensione i muscoli.

Un altro esercizio molto efficace consiste nell’effettuare dei piegamenti distesi su un lato: posizionando il braccio con il gomito sotto la spalla, ci si alza cercando di sollevare il più possibile il peso del corpo. La posizione di sollevamento va mantenuta per circa 15 o 30 secondi, per poi tornare nella posizione originale.

Per allenare i bicipiti, invece, il classico sollevamento pesi è abbastanza efficace. Mantenendo gli attrezzi, bisogna ruotare il polso e piegare il braccio verso il proprio petto per poi tornare alla posizione di partenza.

Infine, si può optare per piegamenti intermedi sulle gambe per allenare la flessibilità della schiena mantenendo in una mano un peso e lasciando l’altra libera appoggiandola sulla gamba piegata.