La rinoplastica è un intervento di chirurgia estetica al naso che permette di rimodellarne le forme per correggerne i difetti estetici o anche funzionali. Si può dunque intervenire sulla forma della piramide nasale per finalità puramente estetiche o per ripristinare la funzionalità del naso dopo un trauma. Non esiste un naso perfetto che stia bene sul volto di tutti. Ogni faccia ha infatti le sue peculiarità e i suoi tratti caratteristici. Quindi, quando si va ad eseguire un intervento di chirurgia al naso è necessario studiare il volto nel suo complesso per fare il modo che il naso nuovo si armonizzi con il resto dei tratti del viso.

=> Leggi vantaggi e svantaggi della chirurgia estetica

Ma come si fa a determinare quale sia la forma e la dimensione giusta per un determinato naso? Esistono dei precisi parametri anatomici che vengono valutati in fase preoperatoria e che aiutano a capire se una determinata procedura correttiva sia effettivamente indicata nel caso specifico. Proprio questi parametri e questo tipo di valutazione stanno alla base della visita specialistica del chirurgo plastico. Vediamo un po’ quali sono questi parametri ideali.

La lunghezza del naso è uno degli aspetti fondamentali nell’equilibrio e nell’armonia del viso. Suddividendo il viso in 3 terzi uguali il naso dovrebbe occupare il terzo centrale e l’altezza del labbro superiore dovrebbe essere di 1/3 della distanza tra la base del naso e il mento. La larghezza della base del naso ideale non dovrebbe superare il bordo interno degli occhi e nella parte centrale la larghezza dovrebbe essere sempre minore rispetto alla base.

=> Leggi chirurgia plastica: Italia ai primi posti nel mondo

Un altro elemento da misurare è la proiezione della punta, ovvero quanto la punta del naso va in avanti rispetto al volto. Questa si calcola in base alla lunghezza del naso e dovrebbe essere il 67% di quest’ultima. La punta del naso dovrebbe andare leggermente verso l’alto, un po’ di più nella donna rispetto all’uomo, che dovrebbe avere invece una punta un po’ più abbassata.

=> Scopri il Chirurgo etico: la campagna per la bellezza autentica

Per quanto riguarda la base del naso, questa dovrebbe poter essere compresa in un triangolo equilatero, quindi la larghezza della base deve essere esattamente uguale alla lunghezza delle cosiddette “ali nasali”. Inoltre la larghezza delle narici non dovrebbe superare i 2/3 dell’altezza complessiva del triangolo in questione.

Infine il profilo, uno degli aspetti più spinosi, non dovrebbe avere gobbe ed essere invece leggermente incavato in maniera maggiore nelle donne e con una depressione appena accennata nell’uomo.

=> Consulta i nuovi canoni estetici femminili

Valutando questi aspetti si può anche procedere in linea di massima a una autovalutazione per determinare se in effetti è da necessario il ricorso alla chirurgia del naso. Sempre e comunque tenendo conto che la bellezza è e rimane qualcosa di puramente soggettivo.