Troppo spesso si dimentica che l’arte può essere una fonte di sostentamento, e che l’artista non è lo stereotipo del bohemien senza un soldo. Esistono una serie di lavori creativi molto ben pagati, e non tutti inaccessibili, anzi. Ecco alcuni che possono aiutare nella propria ricerca di un impiego.

I lavori creativi non riguardano soltanto il campo dell’arte o della musica o spettacolo, ma una sorta di mix tra questi settori, con incursioni nella comunicazione e marketing. Uno dei mestieri che attualmente sta avendo una grossa rivalutazione, e che all’estero, specie in Inghilterra e Germania, non ha mai smesso di offrire opportunità è il Video Game Designer, colui che crea i videogame a partire dal soggetto, alla storia fino ai disegni veri e propri. Sono richieste abilità di storytelling e di grafica, e il guadagno è assicurato. Per trovare lavoro si può anche cercare come arredatore di interni, che sta avendo nuova linfa anche in Italia, necessario gusto e preparazione nella scelta di colori, mobili e tessuti.

>> Scopri tutti i lavori ideali per donne creative

Il make-up artist è un altro lavoro molto ben retribuito, sia che si tratti di servizi fotografici, sfilate, o anche attività in proprio con i tutorial che hanno lanciato ad esempio Clio di RealTime. Il grafico è un altro lavoro creativo molto richiesto, basta avere una certa abilità con i programmi di grafica tradizionali e non, e avere capacità comunicative ed estetiche notevoli, oltre a una flessibilità tale da poter occuparsi di campagne pubblicitarie o siti Web senza remore. Per gli amanti dell’arte in senso classico c’è poi sempre l’insegnante di arte stessa, al liceo o università.

Più sul versante tecnico a prima vista ma con una carica creativa notevolissima è il Film Editor, cioè colui che si occupa del montaggio dei film, che prende tutto il materiale del regista e lo trasforma in una storia. Necessarie competenze importanti con programmi di montaggio e tanta determinazione per farsi strada dalle piccole produzioni alle grandi. Nello stesso incrocio di tecnicismo e creatività è l’ingegnere del suono, sempre necessario a ogni evento musicale, è colui che controlla i livelli acustici ai concerti, e che segue le band.

Il Marketing Manager è una figura dalle inaspettate varianti creative: bisogna inventarsi mille modi per portare la propria azienda, società o qualunque attività al centro dell’attenzione per attirare clienti. Il Direttore Creativo è poi al vertice di ogni società, che sia nel mondo dei media, della moda o della pubblicità: la mente dietro a ogni progetto creativo. Lavoro creativo ma che non ha niente a che fare con colori o arte è lo chef, che anche in tempi di crisi trova sempre modo di riciclarsi, in qualunque cucina, e senza colpo ferire riguardo ai salari. E che ultimamente sta ritrovando grande popolarità.

Fonte: BrazenLife