Make Up Master, il nuovo talent show sul make up, ha debuttato ieri, 16 dicembre sul La5.

I protagonisti 10 giovani truccatori alle prime armi, divisi in due squadre, si sfideranno nel corso delle puntate, in un contest predeterminato che simula le richieste professionali che vengono fatte solitamente ai Make Up Artist.

Dal trucco stile anni ’50 al nude look, dal graphic all’intense eyes, fino al red carpet.

La giuria che determinerà ogni giorno i vincitori delle sfide è costituita da Tamara Donà, il direttore marketing di Sephora Laura Schiatti e Davide Frizzi, make up artist della Christian Dior. Leonardo.it ha incontrato il maestro del trucco, di fama internazionale, che ha svelato tutti i segreti del mondo del beauty.

Make Up Master: un nuovo talent nel palinsesto televisivo italiano. Che cose lo differenzia dagli altri? E che cosa ti aspetti da questo programma?

“Quello che differenzia questo nuovo talent dagli altri è che per la prima volta è stato improntato solo sul Make Up. I partecipanti non sono professionisti, non hanno esperienza, ma solo tanta passione e la voglia di diventare dei truccatori. Altra nota distintiva è che non siamo noi della giuria a fare selezione o a scremare gli aspiranti partecipanti ma valutiamo solo i finalisti. Da questo programma mi aspetto che il Make Up riaffermi la sua credibilità attraverso il talento. Vorrei si dimostrasse che chiunque abbia capacità e la dote del trucco è in grado di farlo. Ovviamente mi aspetto anche che lo show abbia successo”.

Cosa pensi dei tutorial su Internet e quanto sono importanti i social network e il web, in senso più ampio, per il mondo Beauty?

“ Quella dei tutorial su Internet è diventata un po’ una moda adesso; ci sono tutorial e tutorial. Clio Make Up ha aperto le porte ad un tipo di tutorial semplice, alla portata di tutti. Sono d’accordo sul concetto del Make Up “fai da te” ma serve che sia contestualizzato, che sia legato alla moda, al lifestyle, evitando così di minimizzare e svilire il mondo del Beauty. Ciò non toglie che il web sia uno strumento di diffusione e comunicazione molto utile, direi fondamentale oggigiorno perchè riesce ad abbracciare una fetta di pubblico molto vasta. Personalmente però preferisco toccare con mano, vedere qualcosa dal vivo piuttosto che attraverso lo schermo di un computer. Tra internet e la Tv preferisco sicuramente la televisione, dove c’è più pulizia dell’immagine, tutto è più vivo, più reale e più bello”.

Quali sono le tre regole per avere un trucco perfetto?

“La prima regola è quella di costruirsi una base perfetta, quindi sono indispensabili: correttore, fondotinta, illuminante. Il colore giusto del fondotinta ad esempio fa il 70% del risultato. La seconda regola per un Make Up perfetto è il rossetto rosso o un giro di gloss sulle labbra. E infine la terza: mascara a volontà”.

Cosa non deve mai mancare nella borsa di una donna?

“Secondo me non deve mai mancare un correttore illuminante, uno skinflash correttivo che dà al viso una luce favolosa rinfrescandolo o rigenerandolo completamente anche a fine giornata”.