Amber Heard: le dichiarazioni shock in cui ammette di aver picchiato Johnny Depp

L'attrice viene incastrata da una registrazione del 2015.

Pubblicato il 1 febbraio 2020

Amber Heard ammette di aver picchiato l’ex marito Johnny Depp in una shoccante confessione audio risalente al 2015. Il Daily Mail riporta il contenuto di questa registrazione, fino ad ora inedita.

Amber Heard e Johnny Depp sono stati sposati dal 2015 al 2017. Il matrimonio era naufragato solo dopo due anni in seguito alle reciproche accuse di violenza. Ufficialmente la love story è terminata poiché l’attrice si sentiva data per scontata e accusava l’attore di essere un marito part-time o solo per le vacanze.

I giornali avevano accusato Amber Heard di violenza nei confronti di Johnny Depp e viceversa. La donna, dopo aver accusato l’ex marito, nega di essere stata lei la persona violenta. I nuovi audio, finora inediti, del 2015, la incastrano. Nella registrazione la donna riconosce al marito di essere stata violenta con lui e di averlo picchiato con padelle e stoviglie.

Amber Heard ha denunciato Johnny Depp nel 2016.
Amber Heard e Johnny Depp nel 2015 (foto Getty Images)

Non ti stavo prendendo a pugni, ti volevo colpire proprio in faccia” urla l’attrice nell’audio. “Mi dispiace non averti dato un vero schiaffo. Non dire che ti stavo prendendo a pugni tanto non ti ho ferito nonostante ti stessi colpendo“. Durante il litigio, quindi, Amber nega si di averlo preso a pugni, ma non di averlo colpito in altro modo con la vera intenzione di ferirlo.

Non sono certo io quello che tira pentole e padelle!” risponde nell’audio Johnny Depp. Al termine della lunga registrazione l’attrice afferma di non poter promettere di essere non più violenta.

Per il momento l’ex coppia non ha rilasciato alcuna dichiarazione al riguardo anche se certamente i loro legali non tarderanno a intervenire. Resta ignota, infatti, la provenienza delle registrazioni.

 

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Johnny Depp