Come abbinare i colori in casa: regole e combinazioni vincenti

I consigli indispensabili e gli accostamenti migliori per tutte le stanze, dal soggiorno alla camera da letto

Pubblicato il 30 luglio 2020

Capire come abbinare i colori in casa non è solo una questione di gusti: in realtà, per farlo con stile e in maniera tale che gli ambienti risultino accoglienti e armoniosi, è necessario conoscere alcune regole di base a cui fare riferimento, ed è possibile puntare su combinazioni vincenti che permettono di non commettere errori. La scelta dei colori è fondamentale per personalizzare le stanze, per dare il giusto risalti a mobili e complementi di arredo, per creare la giusta luminosità.

Sono tantissimi i fattori di cui tenere conto, dalla abbinamento dei colori delle pareti e dei pavimenti alla presenza dei quadri e mobili, passando per le tendenze. Tuttavia esistono delle regole generiche a cui affidarsi e che ogni interior designer conosce.

Come abbinare i colori in casa: regole e combinazioni

Le principali indicazioni da conoscere sono quelle che riguardano la ruota dei colori e la celebre regola del 60-30-10. Contestualmente, è importante tenere conto anche dello stile dell’arredamento e di alcune caratteristiche della stanza, come ampiezza e luminosità.

La ruota dei colori

Ruota dei colori (Pinterest)

La ruota dei colori, o cerchio di Itten, è uno strumento utilissimo non solo nel design, ma anche nell’abbigliamento e in qualsiasi situazione che richieda l’abbinamento di tinte diverse. Nella ruota, i tre colori primari, rosso, giallo e blu, mescolati danno vita ai colori secondari, arancione, verde e viola. A loro volta i secondari mixati creano le sfumature terziarie, che si trovano una accanto all’altra nella ruota. Dalla loro posizione, possiamo capire i colori che si abbinano meglio tra loro. Si tratta degli analoghi e dei complementari. Gli analoghi sono quelli adiacenti nella ruota dei colori: condividono i toni di sottofondo e per questo creano combinazioni armoniose (come blu e viola, rosso e arancione, giallo e verde). Il complementare di una nuance, invece, è quello che si trova dalla parte opposta della ruota: questo abbinamento regala un forte contrasto (come tra giallo e blu e verde e magenta).

La regola del 60-30-10

Regola del 60 30 10 (Pinterest)

Utile anche la regola del 60-30-10. Non lasciatevi intimorire dal suo nome, è semplicissima. Il colore principale della stanza (di solito il bianco o un altro neutro o comunque un colore tenue) dovrebbe essere usato sul 60% delle superfici. Il secondo colore sul 30%, mentre l’ultimo 10% dovrebbe essere dedicato ai tocchi di colore, come complementi di arredo o opere d’arte.

Lo stile

Stile della casa (Pinterest)

Fondamentale, naturalmente, tenere conto dello stile della casa nella scelta dei colori. Una casa classica va arredata con marrone, verdi, bordeaux, blu e tocchi di oro. Una contemporanea e pop non teme le tinte accese, dal rosso al giallo, dal fucsia all’arancione. Per lo shabby e il rustico via libera ai toni neutri e della natura.

L’ambiente

Ambiente (Pinterest)

I colori adatti per la camera da letto, che devono ispirare quiete e relax, saranno diversi da quelli della cucina, luogo di allegria e convivialità. Se si desidera abbinare i colori delle varie stanze tra loro, un’idea può essere quella di scegliere diverse tonalità, più o meno intense, degli stessi colori.

Ampiezza della stanza e luminosità

Luminosità e ampiezza (Pinterest)

Bisogna, infine, tenere conto del rapporto tra spazio e luce. Un ambiente piccolo sembrerà ancora più angusto con tinte scure, mentre i colori luminosi renderanno la stanza ariosa e accogliente.

Le combinazioni vincenti di colori per la casa

Combinazioni vincenti (Pinterest)

Grazie a queste poche e semplici regole, è possibile creare alcune combinazioni vincenti per abbinare i colori in casa, da applicare in base allo stile, agli ambienti da arredare e ai gusti estetici personali.

  • foto, Pinterest

    Colori neutri. Con il bianco e i colori neutri, grigio, beige, tortora, marrone e nero, non si sbaglia mai, perché sono facili da abbinare tra loro. Per ravvivare l’ambiente, scegliete un tono acceso fuori dal coro e dedicategli il 10% delle superfici.

  • foto, Pinterest

    Verde salvia e blu tenue. La combinazione vincente per ambienti classici su base bianca. Se volete vivacizzarla, aggiungete un tocco di giallo limone o turchese.

  • Rosso, giallo e arancio. La combinazione più accesa, luminosa e energetica. Si abbina bene al crema e agli accenti metallizzati.
  • foto, Pinterest

    Viola, borgogna e lilla. Toni preziosi, per un ambiante carico sofisticato e carico di mistero, da alleggerire con toni neutri.

  • foto, Pinterest

    Bianco e nero. È il più classico degli abbinamenti che si può “riscaldare” aggiungendo accenti pop (giallo e rosa) o accostandoli al legno.

Seguici anche su Google News!

Credits foto: