Eva Longoria: vestita da uomo per dirigere il film Flamin' Hot

Prima di interpretare Gabriella Solis l'attrice era arrivata sostenere quasi nove provini al giorni

Pubblicato il 25 maggio 2020

Eva Longoria ha rivelato che per dirigere il suo ultimo film ha dovuto fingere di essere un uomo. In occasione della presentazione del biopic Flamin’ Hot, che racconta la storia dell’uomo che ha inventato i Cheetos, l’attrice si è presentata vestita da uomo e comportandosi come tale. La Longoria ha seguito il suggerimento dell’amico e produttore di Desperate Housewives Brian Tanen. Tra le mille difficoltà l’attrice dichiara di avere sempre e comunque un punto fermo, mai dimenticare o rinnegare le proprie origini.

Mi stavo esercitando per la presentazione quando Tanen mi ha detto di fermarmi” racconta l’attrice. “Riparti dall’inizio, ma questa volta fai finta di essere un uomo. Vestiti come un uomo bianco e cammina in quella sala come se lo fossi. Dai l’impressione di avere il controllo e non essere accomodante” le ha suggerito il produttore e amico. “Inizialmente ero scettica nel vestirmi e comportarmi come un uomo ” ha aggiunto Eva Longoria. L’attrice ha continuato raccontando come sia difficile per una donna di origini texane ottenere una parte come attrice o come produttrice.

Prima di raggiungere il successo planetario con la famosa serie sulle casalinghe disperate Eva ha sostenuto per molto tempo diversi provini, a volte anche nove in un giorno. Il successo è arrivato per caso, quando si è presentata al provino di Desperate Housewives senza aver studiato minimamente la parte. La sua interpretazione ha impressionato così tanto gli sceneggiatori che è stata scelta per interpretare il ruolo di Gabrielle Solis. Dopo diverse esperienze come attrice la Longoria ha voluto cimentarsi anche nel ruolo di produttrice. Dal 2014 al 2016 è stata produttrice di Devious Maids, mentre nel 2019 ha prodotto la sitcom Grand Hotel.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Vip