Irina Shayk da adolescente pensava di essere un ragazzo

La top model ha confessato che a 14 anni ha avuto la sensazione di essere nata in un corpo sbagliato

Pubblicato il 29 gennaio 2020

Sembrerà strano ma la supermodella Irina Shayk, amatissima da stilisti e fan di tutto il mondo per la sua bellezza da capogiro, ha confessato che da adolescente aveva la sensazione di essere nata in un corpo sbagliato.

In un’intervista rilasciata a Vogue la top model ha parlato di quella ambigua convinzione adolescenziale: “Mi sono sempre sentita come se fossi nata nel corpo sbagliato. Mi sembrava di essere un ragazzo. Non so perché. Forse è perché mio padre ha sempre desiderato un maschio“.

Visualizza questo post su Instagram

Day 1

Un post condiviso da irinashayk (@irinashayk) in data:

Irina ha continuato a provare questa inadeguatezza dopo la morte del padre, così come lei stessa ha ammesso: “Avevo 14 anni. Quando mio padre è morto, ho pensato: ‘Dato che sono un ragazzo, ora è il momento di prendermi cura della famiglia’ “. Fortunatamente con la maturità ha fatto pace con sé stessa e adesso non ha più nessun dubbio: “Certo, più avanti nella vita l’ho superato e amo essere una donna. Ma ricordo quella sensazione“.

Adesso la Shayk è una professionista affermata oltre ad essere mamma della piccola Lea. Dopo la fine della relazione con Bradley Cooper, sta concentrando tutte le sue energie sul lavoro e la figlia anche se ha ammesso le difficoltà che inevitabilmente riscontra nella vita di tutti i giorni: “La vita senza B è un terreno nuovo. È difficile trovare un equilibrio tra l’essere una madre single e l’essere una donna che lavora e che si occupa del proprio lavoro. Fidati, ci sono giorni in cui mi sveglio e penso: ‘Oh mio Dio, non so cosa fare, sto cadendo a pezzi’ “.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Vip