L'abito da sposa di Charlene Wittstock, principessa di Monaco

Un sobrio ed elegante abito bianco con un lunghissimo strascico per Charlene Wittstock, la principessa consorte del Principato di Monaco che per l'occasione ha scelto di affidarsi allo stilista italiano Giorgio Armani.

Aggiornato il 6 maggio 2019

Ha fatto il suo ingresso nel cortile di Palazzo Grimaldi al braccio del padre Michael in uno splendido abito bianco disegnato da Giorgio Armani, la principessa consorte Charlene Wittstock.

Da sempre dotata di uno stile elegante e sobrio, la moglie di Alberto di Monaco ha scelto proprio lo stilista italiano per realizzare il vestito per la cerimonia religiosa, secondo i canoni che più si addicono a una cerimonia reale senza per questo perdere d’occhio il suo personalissimo gusto.

Impreziosito da dei luminosissimi cristalli che partono dallo scollo a barca, capace di minimizzare la forma importante delle spalle acquisita durante la carriera di nuotatrice professionista della Wittstock, l’abito scivola delicatamente sul corpo mettendo in risalto il suo fisico alto e slanciato.

Il lungo strascico decorato sul fondo con un ricamo di Swaroski completa poi il profilo disegnato dalla gonna, dritto sui fianchi e leggermente svasata sul fondo.

Sul capo, Charlene ha scelto di indossare un velo semplice e impalpabile, senza ricami, che copre quasi interamente la lunghezza dello strascico. Accantonata la scelta della tiara, la principessa ha scelto di fermarlo sulla nuca insieme allo chignon che contiene i suoi lunghi capelli, tenuti in ordine grazie a una preziosissimo gioiello tempestato di diamanti.

Articolo originale pubblicato il 2 luglio 2011

Storia

  • Principi di Monaco