Di certe icone si sa, non si finisce mai di parlare e la borsa Kelly Hermès è forse l’accessorio di moda più chiacchierato e più rappresentativo del XX secolo: la combinazione di discreta semplicità e lusso assoluto ne fa la sintesi perfetta dello stile classico.

Struttura trapezoidale, linea pulita, maniglia ad arco, cinturino con la fibbia sono le caratteristiche che la rendono riconoscibile tra mille. La Birkin, in realtà, è poco più di una semplice evoluzione della Kelly. Il lavoro artigianale rimane alla base del prestigio di una borsa lussuosa in ogni dettaglio, dalla doppia cucitura a punto sella agli interni in capretto, fino ai quattro piedini squadrati alla base. Con un prezzo a tre zeri e una lista d’attesa altrettanto lunga, la Kelly Hermès resta a tutti gli effetti un vero oggetto del desiderio.

Ogni borsa è realizzata da un solo artigiano che impiega circa venti ore per cucire e assemblare i 36 pezzi di cuoio che compongono la Kelly, prima di apporre la firma della maison Hermès.

La storia della borsa Kelly

Nonostante la celebrità di cui ha goduto per tanti anni, la sua nascita è avvenuta in sordina. Disegnata negli anni Trenta da Emile-Maurice Hermès, la borsa aveva, nonostante la splendida lavorazione. scopi essenzialmente pratici: un accessorio raffinato per l’era dell’automobile.

Ci volle il glamour di una star hollywoodiana per trasformarla in un must della moda: nel 1956, Grace Kelly, appena sposata con il Principe di Monaco, veniva immortalata da tutti i media e in ogni foto appariva con una dell sue borse Hermès. La casa di moda, intuendo l’ottima opportunità promozionale, intavolò dei negoziati con la famiglia reale monegasca e ottenne di poter cambiare il nome della borsa in onore della principessa. Si racconta che Grace Kelly cercasse di nascondere la rotondità della sua gravidanza ancora non resa pubblica dietro questo grande modello di borsa e che ne avesse ordinate una mezza dozzina.

Misure e modelli

  • Nei decenni la Kelly ha generato una famiglia di varianti in otto formati (dalla mini mini alla Kelly Hermès 40), venti materiali diversi e un arcobaleno di colori e motivi.  Oggi esistono più di 200 combinazioni tra colori, pellami e misure.
  • Kelly sellier: ha un sistema di cuciture che la rende più rigida e spigolosa. Più classica e impegnativa.
  • Kelly retourne: rimane leggermente più morbida. Più sfruttabile.
  • In origine le varianti colore erano soltanto quattro: nero, marrone, blu e bordeaux.
  • Negli anni Ottanta sono stati introdotti giallo, rosso, smeraldo e zaffiro.
  • Vitello, cinghiale, lucertola, struzzo, coccodrillo: sono solo alcuni dei preziosi pellami con cui viene realizzata la Kelly.
  • Le varianti più famose sono: Togo, Clemence, Fjord, Box, Epsom.
  • Esistono versioni moderne e sbarazzine in paglia e rafia o in pvc trasparente.

Prezzo

Il prezzo base si aggira intorno ai 5.000 euro. La lista d’attesa può variare da pochi mesi fino a più di un anno.

3 proposte vintage

Kelly 28 Hermès Vintage (17.101 euro su farfetch.com)

Kelly 28cm Hermès Vintage di pelle nera.

Mini Kelly Sellier Hermès Vintage (26.707 euro su farfetch.com)

Mini Kelly Sellier Hermès Vintage di pelle nera.

Kelly 35 Sellier Hermès Vintage (9421,36 euro su vestiairecollective.com)

Togo Kelly 35cm Sellier  di pelle arancione.