Maschera all’argilla verde e bianca: quale scegliere?

Si fa presto a dire argilla: tutte le caratteristiche in base al colore della maschera per la beauty routine

Pubblicato il 22 maggio 2020

Argilla verde e argilla bianca sono ingredienti molto diffusi per una maschera di bellezza e per i prodotti per la cura della pelle da sempre: ma quale scegliere tra le due, in base a esigenze e effetti desiderati? In generale, le proprietà dell’argilla sull’epidermide sono note fin dall’antichità. E, se in passato veniva utilizzata soprattutto per la sua capacità di antisettico cicatrizzante, oggi è parte della skin care grazie a numerosi prodotti per il viso e per il corpo.

L’argilla è ricca di sostanze di origine minerale come magnesio, calcio, ferro, silice e alluminio, che purificano e depurano la pelle, assorbono il sebo, rendono la superficie liscia e fresca e prevengono la formazione di impurità.

Non tutte le argille, però, sono uguali. In base al colore, che indica una composizione specifica, sono in grado di apportare vari benefici e sono quindi indicate per tipi di pelle e problematiche diverse.

Le più diffuse nel settore della dermocosmesi sono l’argilla verde e quella bianca, anche se in commercio si trovano anche prodotti che hanno tra gli ingredienti l’argilla rossa, che deve il suo colore all’ossido di ferro e che purifica e promuove il rinnovamento cellulare. O ancora quella rosa, delicata, che idrata e ammorbidisce.

Vediamo, ora, le proprietà delle maschere all’argilla verde e bianca e quale scegliere in base alle singole necessità.

Maschera all’argilla verde

L’argilla verde è un ingrediente ideale per i trattamenti di chi ha la pelle grassa, per merito delle sue proprietà assorbenti.

La maschera all’argilla verde elimina la produzione di sebo in eccesso e favorisce la chiusura dei pori. Non manca l’azione disintossicante ed è spesso alla base di prodotti anticellulite per il corpo.

Maschera all’argilla bianca

L’argilla bianca, o caolino, è caratterizzata da proprietà antibatteriche e da una grana molto fine che la rende particolarmente adatta alle pelli sensibili.

Lenisce la pelle senza disidratarla e, se mescolata all’argilla verde, non perde la proprietà di assorbire il sebo.

Quale scegliere?

Una volta conosciute le proprietà dei vari tipi di argilla, diventa più facile scegliere, non in base a un capriccio ma alle esigenze specifiche della propria pelle.

Chi ha la pelle grassa deve puntare su una maschera all’argilla verde, per riscoprirla purificata, più liscia e luminosa. Con una pelle sensibile che tende a seccarsi facilmente, meglio disintossicarsi con una maschera all’argilla bianca.

Scegliere la maschera giusta permette di mirare a una pelle perfetta. Sbagliare prodotto, al contrario, potrebbe peggiorare le problematiche già esistenti.

Maschera all’argilla: la beauty routine

Ecco tutti i passaggi per una pelle radiosa, grazie alle proprietà delle maschere di argilla.

  1. Partite da una pelle ben detersa e asciutta.
  2. Applicate l’argilla con un pennello o i polpastrelli. Scegliete la maschera in base alle vostre esigenze e applicatela solo dove necessario. Se, per esempio, avete una pelle mista, con una zona T più grassa e il resto tendente al secco, applicate argilla verde solo in quel punto.
  3. Lasciate agire per 10 minuti al massimo, e comunque mai oltre quanto riportato sulla confezione.
  4. Risciacquate con acqua fresca o tiepida e asciugate il viso tamponando con un asciugamano.
  5. Applicate un booster e rinfrescate il viso con l’acqua termale preferita.
Seguici anche su Google News!

Storia

  • Pelle
  • Prodotti di bellezza
  • rimedi naturali

Credits foto: