Megxit: Meghan Markle scappa in Canada, Harry a Londra per negoziare

La coppia si è divisa per permettere alla Duchessa di tornare da Archie e al Duca di risolvere i problemi a Palazzo

News

Continua la Megxit di Meghan Markle e il Principe Harry dalla famiglia reale, con la Duchessa già tornata in Canada dal piccolo Archie, e il Duca rimasto a Londra per negoziare.

Meghan sarebbe atterrata a Toronto, dove la coppia ha trascorso 6 settimane per le vacanze natalizie, dopo il divorzio dalla Corona inglese. Dopo le notizie allarmanti di scontri tra i Windsor per questa decisione, la Markle ha preferito lasciare la situazione in mano al Principe Harry.

Secondo quanto riportato da People Magazine il piccolo Archie nei giorni scorsi era rimasto in Canada, a Vancouver. “Nessuna fuga” scrive la rivista “ma solo la voglia di tornare dal figlio di 8 mesi, rimasto con una tata a casa dell’amica Jessica Mulroney“.
Meghan tornerà a Londra dopo aver riabbracciato Archie?

Leggi anche: Meghan e Harry cosa cambia dopo la Brexit: titolo, trasferimento e patrimonio

Il Principe Harry, Archie e Meghan Markle (foto Getty Images)

Chissà, intanto Harry rimane solido sulle sue posizioni, e ha iniziato una negoziazione lunga e delicata, come definita dai portavoci di Buckingham Palace.
Secondo la BBC la Regina Elisabetta, il Principe Carlo e il Principe William hanno convocato un tavolo delle trattative già ieri. L’intenzione è di risolvere la questione in giorni e non settimane come ipotizzato inizialmente. Si parla di telefonate concitate e al vetriolo tra i membri senior dei Windsor, che potrebbero portare a un distacco totale di Harry dalla sua famiglia.

Il Principe programma di tornare al più presto in Canada. Potrebbe però dover restare a Londra fino a giovedì prossimo, data di un importante impegno a Palazzo.

Meghan e Harry tornano al lavoro
Meghan Markle e il Principe Harry alla Canada House di Londra (foto Getty Images)

Intanto il museo delle cere di Madame Tussaud a Londra ha approfittato del gossip del momento per lanciare una provocazione. La rimozione, e un successivo spostamento delle statue di cera di Harry e Meghan, hanno portato reazioni contrastanti. I commenti sono stati in gran parte negativi, un gesto indicato come irrispettoso. Specie dopo che il museo non ha toccato la statua del Principe Andrea dopo lo scandalo sessuale degli scorsi mesi, che gli è costato l’allontanamento momentaneo dagli eventi pubblici, per volere di Carlo e William.

Saranno proprio i due Principi, anche questa volta, a decidere il destino dei Duchi di Sussex, con una Regina pronta solo a supervisionare il tavolo della negoziazione.