Poltrona design: le più famose per arredare casa

Non solo oggetti, ma opere d’arte per rendere la casa speciale e in cui investire

Pubblicato il 4 giugno 2020
Casa

Una poltrona di design non è solo un oggetto, ma diventa, inevitabilmente, il fulcro di ogni stanza in cui viene sistemata: perché e quali sono le più famose per arredare casa con le loro linee inconfondibili? Le poltrone, insieme alle sedie di design, iniziano a diventare delle star dell’arredo negli anni Venti, con il minimalismo diffuso in tutta Europa da movimenti come il Bauhaus e il design scandinavo. Si tratta di pezzi dal disegno e dai materiali innovativi, che portano l’arte in oggetti di uso quotidiano.

Non solo sedute funzionali, quindi, ma strutture eleganti, senza tempo, che non rinunciano a stupire ma neppure al comfort per cui sono pensate.

Una poltrona design da sola può arredare una stanza, e intorno ai suoi pieni e vuoti, alle forme e alle linee si può costruire un ambiente unico, che rifletta lo stile dei padroni di casa. Questi celebri pezzi di design, riediti con i progetti originali da grandi studi, sono anche degli investimenti di cui è impossibile pentirsi. Solidi e classici, stanno bene ovunque e sono– neanche a dirlo – ottimi spunti di conversazione per gli ospiti.

Avete intenzione di comprare una poltrona di design o semplicemente volete saperne qualcosa di più? Ecco le più famose per arredare casa secondo la nostra redazione.

Poltrona design: le più famose

  • Cassina LC2 di Le Corbusier, Pierre Jeanneret, Charlotte Perriand

    LC2 di Le Corbusier, Pierre Jeanneret, Charlotte Perriand (1928). Esposta al Salon d’Automne a Parigi nel 1929, è nata come archetipo della moderna concezione degli arredi, intesi dagli autori come “attrezzature domestiche”.

  • Knoll Womb Chair di Eero Saarinen

    Womb Chair di Eero Saarinen (1947). Il designer ha progettato la Womb Chair su richiesta di Florence Knoll che voleva “una sedia come un cesto pieno di cuscini – qualcosa in cui potersi davvero raggomitolare”. Un’oasi di tranquillità confortante, da cui deriva il suo nome.

  • Vitra Lounge Chair di Charles & Ray Eames

    Lounge Chair di Charles & Ray Eames (1956). A partire da una sedia da vecchio club inglese, la coppia di designer realizza una poltrona con ottomana proporzionata, che combina il massimo comfort con materiali e artigianato della massima qualità.

  • Poltrona design: le più famose per arredare casa
    Fritz Hansen Egg Chair di Arne Jacobsen

    Egg Chair di Arne Jacobsen (1957). La poltrona fu progettata per la hall e la reception del SAS Royal Hotel di Copenaghen, in quanto il designer era incaricato si progettarne ogni elemento. L’uovo nasce da un contrasto scultoreo con le superfici quasi esclusivamente verticali e orizzontali dell’edificio e da una nuova tecnica, di cui Arne Jacobsen ha aperto la strada. Il guscio interno è infatti realizzato in schiuma.

  • Eero Aarnio Originals Ball Chair di Eero Aarnio

    Ball Chair di Eero Aarnio (1963). Dal suo debutto alla Cologne Furniture Fair nel 1966 è decisamente un sogno per chi ama lo stile futuristico e per chi conserva intatto il gusto per il divertimento. Realizzata in fibra di vetro e imbottita con i tessuti di qualità Kvadrat, è disponibile in 15 opzioni di colore tra cui scegliere.

  • Zanotta Sacco di Piero Gatti, Cesare Paolini, Franco Teodoro

    Sacco di Piero Gatti, Cesare Paolini, Franco Teodoro (1968). Uno dei simboli del design italiano, ancora oggi a più di 50 anni dalla sua progettazione comunica la stessa forza. Ergonomica, informale, irriverente, è formata da un rivestimento in Vip (anche per esterni, resistente al fuoco, antibatterico con trattamento e antimacchia) che contiene palline di polistirolo espanso ad alta resistenza.

Seguici anche su Google News!