Principe Andrea: Jeffrey Epstein lo scagionò da parte delle accuse

L'imprenditore morto nel 2019 aveva rivelato un dettaglio che smentirebbe il racconto dell'accusatrice del Duca.

Pubblicato il 22 marzo 2020

Vecchie affermazioni di Jeffrey Epstein potrebbero scagionare il Principe Andrea da parte delle accuse. L’imprenditore, morto in carcere lo scorso agosto, aveva raccontato dei dettagli che farebbero cadere alcune testimonianze contro Andrea. Nel libro Relentless Pursuit l’avvocato Bradley Edwards, colui che è riuscito a incastrare e far incriminare Epstein, svela dettagli inediti sulle sue dichiarazioni. L’uomo fu  arrestato per abusi sessuali e traffico internazionale di bambini di oltre 10.000 minorenni, ma morì in carcere solo un mese dopo il suo arresto. Una delle sue vittime, Virginia Roberts Giuffre, ha accusato anche il Principe Andrea di molestie, e di averla costretta a fare sesso con lui a 17 anni.

Secondo i dettagli svelati nel libro Relentless Pursuit, Jeffrey Epstein aveva definito la famosa vasca di Ghislaine Maxwell troppo piccola per due persone. Proprio in questo luogo l’accusatrice del Duca di York sosteneva di aver avuto dei rapporti con lui.

L’avvocato Bradley Edwards racconta che già nel 2015 Epstein gli aveva chiesto un incontro faccia a faccia per cercare di trovare un accordo per il suo caso. Dopo aver cercato di difendere la sua posizione esponendo il suo non credere nell’età del consenso, l’imprenditore ha svelato dettagli che oggi potrebbero scagionare il Principe Andrea.

Principe Andrea guai a palazzo
La Regina Elisabetta II e il Principe Andrea (foto Getty Images)

Sai, parte delle cose che sta dicendo Virginia non sono corrette“. L’avvocato riporta le parole esatte di Epstein sulla vicenda di Andrea nel libro. “Virginia non ha detto che lei e Ghislaine avevano avuto un rapporto a tre con il Principe Andrea nell’appartamento di Ghislaine a Londra? Ha detto che ha fatto il bagno con Andrea. Se potessi mostrarti quanto era piccolo il bagno di Ghislaine in quell’appartamento, sarebbe difficile per due persone adattarsi. ” 

Quello che può sembrare un piccolo dettaglio nel racconto di un criminale, potrebbe aprire per il Duca di York un piccolo spiraglio. Infatti, se la testimone avesse mentito davvero sul bagno e sugli avvenimenti accaduti in quell’appartamento, tutta la sua testimonianza potrebbe essere smontata. Intanto il Principe Andrea si è detto disponibile a collaborare con l’FBI, anche a Palazzo la sua posizione sembra molto difficile al momento.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Reali d'Inghilterra