Regali matrimonio: cosa dice il galateo

Cosa dice la buona educazione su busta con i soldi e lista di nozze, su budget e bonifici bancari come regali di matrimonio?

Amore

Chi non va alla cerimonia deve farli stesso, quanti soldi mettere nella “busta”, che regalare a chi ha già tutto: a queste sui regali matrimonio è possibile rispondere scoprendo cosa dice il galateo.

In molti, infatti, preferirebbero trovare una multa nella cassetta della posta piuttosto che un invito a un matrimonio, non fosse altro che per togliersi dall’imbarazzo di cosa regalare agli sposi.

Due delle abitudini che stanno prendendo maggiormente piede tra le tendenze contemporanee hanno, in parte, facilitato l’arduo compito degli invitati: la lista di nozze e la busta con i soldi.

La lista di nozze, compilata dallo sposo e dalla sposa, prevede solitamente una serie di proposte di vario genere per tutti i budget, tra cui gli invitati possono scegliere il loro dono. Sempre più diffusa anche la lista di nozze nell’agenzia di viaggi per regalare la luna di miele (o una parte di essa).

La busta con i soldi, molto utilizzata al Sud Italia per i regali matrimonio, è una soluzione sempre più apprezzata ovunque. Pratica sia per gli sposi che ricevono subito i contanti sia per gli invitati che non devono pensare a nulla. Naturalmente, in questo caso, è lecito domandarsi – oltre che quanto mettervi dentro – quando darla.

Cosa dice il galateo sui regali matrimonio

Il galateo prevede alcune regole comportamentali che implicano una buona educazione, ma i costumi sono sempre in evoluzione e dunque alcune risposte vanno ricercate nel buon senso.

È opportuno sottolineare come ogni caso sia diverso. Il regalo alla migliore amica che si sposa non potrà somigliare per budget, impegno, pensiero, intenzioni a quello per il collega che è a malapena un conoscente. Inoltre, è normale che il regalo sia commisurato alle possibilità economiche della famiglia. Chi vi ha invitato vi conosce e lo ha fatto – si spera – perché ha piacere ci siate in un giorno speciale, e non per il regalo che farete.

Il galateo non prevede la lista di nozze, le buste con i soldi né il non meno poco elegante bonifico. Secondo le regole del bon ton il regalo si fa recapitare o si consegna a mano a casa degli sposi (o della sposa se non vivono ancora insieme) prima del matrimonio. Queste sono le uniche indicazioni. Ma per le nozze 2.0?

La lista di nozze

Gli sposi possono comunicare la lista di nozze con un cartoncino da consegnare insieme all’invito. La “richiesta” di bonifico bancario o della busta, invece, andrebbe fatta a voce, in maniera confidenziale e discreta.

Regali matrimonio: la busta

La busta si consegna dopo la cerimonia, durante i momenti in cui si parla, tra una portata e l’altra o alla fine del rinfresco. Il gesto di dare la busta va fatto quando gli sposi passano per salutare, per chiedere come sta andando o parlare del più e del meno. In ogni caso non in un momento specifico in cui tutti gli invitati si mettono in fila per la consegna.

Il budget per il regalo del matrimonio

Quanto mettere nella busta o prevedere per il bonifico o la lista di nozze? La decisione varia in base al rapporto con gli sposi, alle possibilità economiche ma anche al tipo di nozze. Generalmente, infatti, si tende a calcolare quanto gli sposi hanno speso a persona per il matrimonio. Bisogna tenere conto del pranzo, della bomboniera e aggiungere una cifra che, sottratti i costi, diventa il vero e proprio regalo. Ipotizzando che la spesa sia di 100 euro a persona per il pranzo e di 50 euro per la bomboniera, per esempio, una coppia dovrebbe calcolare 250 euro di costi a cui aggiungere almeno 50 euro per il regalo, per un totale di 300 euro.

Chi non può andare fisicamente al matrimonio ma è invitato dovrebbe comunque fare un regalo, sebbene non della stessa entità.

I ringraziamenti degli sposi

Sarà premura degli sposi, una volta tornati dal viaggio di nozze, ringraziare tutti coloro che hanno fatto il regalo con un cartoncino da recapitare a casa, con una telefonata o almeno con un messaggio.