Gallina ripiena alla campagnola con verza e pancetta

Aggiornato il 23 febbraio 2015

Ingredienti

  • 1 gallina
  • 60 g. di pancetta
  • 100 grammi di prosciutto
  • cipolla - uovo
  • pane grattato
  • burro - prezzemolo
  • sale - pepe
  • 4 grosse patate
  • 10 cipolline
  • ½ verza

Gallina vecchia, si sa. Ma non sempre gallina fa rima con brodo. Questa squisita ricetta alla campagnola permette di scoprire un nuovo ripieno per rendere la gallina ancora più gustosa. Passata in padella con patate, cipolline, pancetta e verza. Una vera bontà.

Preparazione

Preparate il ripieno soffriggendo in una noce di burro la cipolla affettata sottilmente, il prosciutto e i fegatini della gallina tritati. Quando tutto è ben rosolato unite, lontano dal fuoco, due cucchiai di pane grattugiato, il tuorlo dell'uovo e una generosa manciata di prezzemolo tritato. Salate, pepate e rimettete a fuoco per qualche minuto. Riempite la gallina con questo composto pressando bene e cucite le aperture. Ora sistemate la gallina in una capace casseruola e fatela rosolare nel burro da tutte le parti. Quando ha preso colore unite la pancetta a sottili listarelle, le cipolline spellate intere e proseguite la cottura per 40-45 minuti. Unite poi le patate a dadini, la verza tagliata a listarelle molto sottili e poca acqua calda; terminate la cottura a fuoco basso, coperto, per un'altra ventina di minuti.

Note

VINI CONSIGLIATI: CHIANTI (montespertoli/rufina) Aree di produzione: Toscana zona del Chianti - obbligatorio fino al 1 giugno dopo la vendemmia quindi fino a 5 anni - caratteristiche: fermo - abbinamento consigliato: TUTTO PASTO, CARNI BIANCHE - colore: rubino vivace al granato con l'invecchiamento - odore: intensamente vinoso con profumo di mammola fine con l'invecchiamento - vitigni: sangiovese (75%-100%) canaiolo ( 0-10%) trebbiano toscano e/o malvasia del chianti (0-10%) altre (0-10%) - sapore: asciutto armonio sapido leggermente tannico asciutto - gradazione alcolica minima 12°. FRIULI LATISANA REFOSCO DAL PEDUNCOLO ROSSO SUPERIORE Aree di produzione: Friuli Venezia Giulia provincia UD - affinamento: fino a 3 anni - caratteristiche: fermo - abbinamento consigliato: CARNI BIANCHE E ROSSE, VOLATILI E MAIALE - colore: rubino con riflessi violacei - odore: erbaceo gradevole intenso – vitigni: refosco dal peduncolo rosso (90%%-100%) - sapore: tipico leggermente erbaceo fine asciutto - gradazione alcolica minima 11,5°. MONICA DI SARDEGNA FERMO/FRIZZANTE (asciutto/amabile) Aree di produzione: Sardegna provincia CA/OR/NU/SS - affinamento: 6 mesi obbligatori quindi fino a 4 anni ed oltre caratteristiche: fermo/frizzante - abbinamento consigliato: TUTTO PASTO - colore: rubino chiaro brillante all'amaranto con l'invecchiamento - odore: intenso etereo gradevole - vitigni: monica (85%-100%) - sapore: sapido con tipico retrogusto asciutto/amabile - gradazione alcolica minima 11°. APPORTO NUTRIZIONALE MEDIO PER PORZIONE. photo credit: DIESUS via photopin cc http://www.ricettepercucinare.com/

Articolo originale pubblicato il 3 dicembre 2012

Seguici anche su Google News!