Lasagne alle melanzane, rivisitazione della ricetta siciliana

Aggiornato il 23 febbraio 2015

Ingredienti

  • 300 g. di lasagne
  • 350 g. di melanzane
  • 250 g. di polpa di pomodoro pronta
  • 100 g. di crescenza
  • 200 g. di ricotta
  • 35 g. d'olio extravergine d'oliva
  • 35 g. di cipolla
  • 30 g. di prezzemolo tritato
  • 1 spicchio d'aglio
  • origano
  • sale - pepe

Pasta e melanzane fanno tornare alla memoria subito la ‘Norma’ siciliana. Questa ricetta è una sua rivisitazione che, usando le lasagne, lascia che pasta e verdura cuociano in forno, con qualche piccolo suggerimento per ottenere un risultato finale ancora più gustoso.

Preparazione

Spuntate da ambo le parti le melanzane, lavatele con cura in acqua fredda, tagliatele a rondelle sottili, adagiatele in un piatto, spolverizzate con un po' di sale e lasciatele riposare per 20-30 minuti in modo che perdano l'acqua di vegetazione. Scaldate il forno a 220 gradi. In una pentola abbastanza grande portate ad ebollizione abbondante acqua. In una casseruola fate insaporire la polpa pronta di pomodoro con la cipolla e l'aglio tritati, regolate di sale e di pepe e fate cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti. Ultimata la cottura togliete il recipiente dal fuoco, unitevi a crudo l'olio extravergine d'oliva. Nel frattempo, in una terrina, amalgamate i formaggi, il prezzemolo tritato e un pizzico di pepe, aggiungete eventualmente qualche cucchiaio di latte per ammorbidire il composto. Lessate in acqua leggermente salata le lasagne, scolatele e passatele in acqua fredda, per fermare la cottura, e sistematele su un canovaccio da cucina. Ora prendete una teglia da forno e rivestite le pareti con un foglio di carta da forno, disponetevi qualche cucchiaiata di salsa, sopra sistemateci uno strato di lasagne, uno di formaggio e uno di melanzane sgocciolate, continuate così fino a finire tutti gli ingredienti e terminate con uno strato di salsa. Coprite la teglia con un foglio d'alluminio e cuocete in forno caldo per circa 15 minuti. Trascorso questo tempo togliete l'alluminio, continuate la cottura per altri 5 minuti a calore vivace, in modo che si formi in superficie una crosticina leggermente dorata.

Note

VARIANTE Potete sostituire i formaggi (ricotta e crescenza) con una mozzarella (180 g.) e 70 g. di parmigiano reggiano grattugiato. 300 CALORIE  PER PORZIONE I VINI CONSIGLIATI: BAGNOLI CABERNET Aree di produzione: Veneto provincia PD - affinamento: fino a 2 anni - caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: TUTTO PASTO - colore: rubino intenso al granato o al mattone con l'invecchiamento – odore: vinoso tipico intenso se invecchiato - vitigni: cabernet franc e/o sauvignon e/o carmenere (85%-100%) - sapore: pieno erbaceo equilibrato tannico di corpo austero vellutato se invecchiato asciutto - gradazione alcolica minima 11°. BARDOLINO SUPERIORE Aree di produzione: Veneto provincia VR (zone di antica tradizione) - affinamento: 1 anno obbligatorio quindi fino a 3 anni - caratteristiche: fermo o leggermente frizzante - abbinamento consigliato: TUTTO PASTO - colore: rubino chiaro al cerasuolo e al granato con l'invecchiamento - odore: vinoso con leggero profumo delicato - vitigni: corvina veronese (35%-65%) rondinella (10%-40%) molinara (10%-20%) negrara (0-10%) eventualmente barbera e/o rossignola e/o sangiovese e/o garganega (0-10%) - sapore: asciutto sapido leggermente amarognolo armonico sottile - gradazione alcolica minima 11,5°. PENTRO DI ISERNIA ROSSO Aree di produzione: Molise provincia IS – affinamento: fino a 3 anni - caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: TUTTO PASTO - colore: rubino più o meno intenso - odore: tipico gradevole – vitigni: montepulciano (45%-55%) sangiovese (45%-55%) altre (0-5%) - sapore: asciutto armonico vellutato lievemente tannico asciutto - gradazione alcolica minima 11°. photo credit: Blue Square Thing via photopin cc http://allrecipes.it

Articolo originale pubblicato il 19 dicembre 2012

Seguici anche su Google News!