Trattamento alla cheratina: addio al crespo con l'alleato per capelli più sani e lisci

Un trattamento dai mille benefici per i capelli, a cui fare attenzione, e un alleato per il benessere dei capelli indisciplinati e crespi

Pubblicato il 15 luglio 2020

Nato in Brasile negli ultimi 10 anni, il trattamento alla cheratina è uno dei più richiesti nei saloni dei parrucchieri, grazie ai suoi molteplici benefici. Gli effetti nutrienti e l’azione lisciante lo rendono ideale per quasi tutti i tipi di capello, perché ognuno può beneficiarne, specialmente i più indisciplinati e mossi.

Prima di procedere, è bene rivolgersi a un professionista che può fare una diagnosi del capello che consente di individuare il trattamento più adatto, anche perché si tratta di una procedura abbastanza intensiva. In modo, ad esempio, di proteggere i capelli molto danneggiati prima della stiratura. Vediamo meglio di cosa si tratta, come funziona, pro e contro.

Trattamento alla cheratina per capelli: a cosa serve?

Il trattamento alla cheratina svolge diverse funzioni per la salute dei capelli, e infatti comporta vari benefici. La cheratina è una proteina naturale del nostro organismo che si trova principalmente sugli strati esterni dell’epidermide, delle unghie e anche dei capelli. La carenza di questa proteina è una delle principali cause di capelli spenti, sfibrati, secchi e in generale poco sani. È importante quindi assicurarsi di fornire alla propria chioma il giusto apporto di cheratina, e lo si può fare con un trattamento ad hoc.

Il trattamento alla cheratina serve a nutrire, disciplinare, lisciare e ravvivare i capelli, illuminandoli anche. Innanzitutto infatti la cheratina riesce a idratare e nutrire i capelli rovinati dal calore di phon e piastre, dagli agenti atmosferici, cambi di stagione, oltre che da trattamenti di styling. Inoltre, ha un grande potere disciplinante e lisciante, poiché ripara le squame del capello eliminando il crespo. È infatti adatto a chi ha i capelli ricci e vuole un’alternativa naturale alla permanente lisciante.

Infine, dal momento che la cheratina è capace di nutrire il capello ed eliminare crespo ed elettricità statica, la chioma risulta anche più morbida e luminosa, proprio perché ripara gli strati esterni e più visibili dei capelli, quelli che, se rovinati, risultano spenti e opachi. Un trattamento dunque perfetto per rinnovare i capelli, dare loro volume, rendendoli in un solo colpo più nutriti e sani, adatto a capelli mossi, ricci, lisci, secchi e sfibrati.

trattamento alla cheratina

Trattamento alla cheratina: come si effettua?

Come per la maggior parte dei trattamenti per capelli, è consigliato effettuare quello alla cheratina dal parrucchiere, almeno le prime volte. Esistono prodotti come gli shampoo alla cheratina, i balsami e le maschere, da utilizzare a casa, ma sono più indicati per mantenere l’effetto del trattamento effettuato in salone. Viene utilizzata cheratina per capelli idrolizzata, ossia scomposta chimicamente nelle sue unità elementari compatibili con quella del capello.

È importante assicurarsi che il trattamento non contenga formaldeide, spesso usata in alcuni centri o prodotti che però risulta dannosa per la salute. I trattamenti possono essere solamente ristrutturanti, ovvero volti a nutrire e ridare vita ai capelli, oppure con la stiratura alla cheratina vera e propria, più adatta a capelli ricci o molto mossi, per un effetto lisciante.

Il trattamento alla cheratina in salone consiste in alcuni passaggi:

  1. preparare i capelli al trattamento con uno shampoo chelante, che deterge in profondità, rimuovendo qualsiasi residuo;
  2. lavare i capelli utilizzando uno shampoo di tipo alcalino per ripristinare il pH naturale, riparare e nutrire i capelli;
  3. lasciare asciugare la chioma al naturale, senza l’utilizzo del phon;
  4.  procedere all’applicazione del prodotto a base di cheratina con un pennello su ogni ciocca, su tutta la lunghezza da tenere in posa per almeno 15-20 minuti, più o meno a seconda della lunghezza;
  5. fare la piega usando solamente phon e spazzola;
  6. passare la piastra lisciante avendo premura di lisciare tutti i capelli nel caso di stiratura;
  7.  risciacquare i capelli;
  8. applicare la maschera nutriente, che fissa la cheratina, da lasciare in posa per circa 1 minuto;
  9. risciacquare nuovamente facendo attenzione a eliminare qualsiasi residuo di prodotto;
  10. procedere a fare la piega finale.

Riapertura estetisti e parrucchieri regione per regione, protocollo e regole

Cosa fare dopo il trattamento alla cheratina

Una volta effettuato il trattamento alla cheratina, ci sono degli accorgimenti da seguire a casa, affinché il risultato sia il più efficace e duraturo possibile. Se è fatto correttamente e con i prodotti giusti, può donare una chioma nutrita, volumizzata e liscia anche per 2-3 mesi. Innanzitutto bisogna evitare di lavare i capelli per 3-4 giorni dopo il trattamento, così che la cheratina abbia modo di agire.

È importante che i capelli non siano esposti all’umidità, data da docce e bagni, ma anche dal vapore, ad esempio di saune e centri termali, e dal sudore. Inoltre, si consiglia di non utilizzare fermacapelli ed elastici, e di raccogliere e in generale toccare i capelli il meno possibile, meglio evitare del tutto anche di metterli, ad esempio, dietro le orecchie. Per qualche giorno è quindi necessario fare in modo che la cheratina possa adagiarsi perfettamente sui capelli per fare il lavoro riparatore.

Trattamento alla cheratina per capelli: benefici e risultati

La cheratina dona diversi benefici al benessere dei capelli, pertanto il trattamento alla cheratina comporta risultati ottimali ed efficaci. I capelli risultano più morbidi, luminosi, lisci, sani e setosi, ma soprattutto più ordinati e facili da gestire. Questo trattamento è ideale per chi ha i capelli crespi, poco disciplinati, secchi e sfibrati. Poiché la cheratina ripara i danni del capello, in modo che la chioma non sia più spenta e opaca, ma lucente e voluminosa.

Tra i benefici del trattamento alla cheratina troviamo quindi la capacità lisciante e anticrespo, senza dover ricorrere a permanenti più aggressive, oltre che riparatoria e nutriente su capelli danneggiati dall’uso del phon, da tinte e decolorazioni. È in grado anche di proteggere i capelli dagli agenti esterni e dall’inquinamento, poiché rinforza gli strati esterni e più esposti.

È un trattamento duraturo, più di molte altre soluzioni, poiché l’effetto lisciante e nutriente può durare dai 2 fino ai 4 mesi. Specialmente se si usano shampoo e prodotti naturali, senza solfati e cloruro di sodio che possono essere assorbiti dalla cheratina, che perde così la sua azione. Il trattamento alla cheratina offre un ulteriore vantaggio poiché, quando i capelli crescono, il crespo è attenuato anche sulla ricrescita, ed è possibile effettuare nuovamente tinte e decolorazioni, anche se non è consigliato finché dura l’effetto.

trattamento capelli alla cheratina

Trattamento alla cheratina: controindicazioni e rischi

Il trattamento alla cheratina comporta quindi molti benefici, che lo rendono uno dei più amati, proprio perché dona risultati efficaci e visibili fin da subito. Non è comunque consigliato in tutti i casi, ed è importante per questo motivo rivolgersi al proprio parrucchiere per valutare il trattamento adatto al proprio tipo di capelli e cute. Esistono infatti delle controindicazioni nel caso in cui si abbiano i capelli fini poiché il trattamento potrebbe risultare particolarmente intenso.

Sconsigliato un trattamento alla cheratina lisciante anche per chi ha non tanto i capelli grassi, ma il cuoio capelluto grasso, poiché questa procedura tende ad alterare l’equilibrio della pelle, anch’essa contenente cheratina. In ogni caso è comunque possibile realizzare un trattamento anticrespo e lisciante, ma è necessario consultare il parrucchiere per ridurre tutti i rischi.

Rischi e danni della formaldeide

L’unica vera controindicazione assoluta del trattamento, che ha fatto sì che venissero attuate delle modifiche ai prodotti usati, è la presenza di formaldeide. Alcuni articoli utilizzati dai parrucchieri, anche se oggi sempre meno, e disponibili in commercio, contengono formaldeide, una sostanza che rompe i legami disolfuro nelle proteine dei capelli, che vengono così danneggiati.

Oggi la legge consente un massimo di 0,2% di formaldeide, anche se si trovano ancora prodotti liscianti alla cheratina che contengono quantità maggiori, tanto che in diversi Paesi hanno bloccato il trattamento per evitare i problemi legati a questa sostanza. Tra i rischi e i danni dell’esposizione alla formaldeide, già a partire dal primo utilizzo, troviamo:

  • irritazione del cuoio capelluto e dermatite, poiché la formaldeide penetra nei bulbi piliferi e ha un effetto tossico, e conseguente caduta dei capelli;
  • danneggiamento dei capelli perché, come abbiamo detto in precedenza, la formaldeide rompe i ponti chimici che legano le proteine fra loro. Il capello risulta in un primo momento più sano e forte, mentre questa sostanza con il tempo lo sfalda e rovina irrimediabilmente.
  • irritazione agli occhi e alle vie respiratorie, effetto collaterale di questa sostanza;
  • rischio di insorgenza di tumori e altre malattie, tanto che il Ministero della Salute ha stilato delle linee guida per evitare al massimo l’esposizione alla formaldeide;
  • allergie da contatto con la pelle.

Termoprotettori per capelli: quello che c'è da sapere

Trattamento alla cheratina: fai da te o dal parrucchiere?

Prima di effettuare il trattamento alla cheratina quindi è fondamentale assicurarsi che i prodotti utilizzati, sia a casa che dal parrucchiere, non contengano formaldeide. O per lo meno in quantità inferiori al massimo consentito, cosa che tuttavia accade raramente. Affidarsi al parrucchiere è sicuramente la scelta migliore, specialmente le prime volte. Il risultato sarà così più sicuro e professionale, sono minori i rischi di sbagliare dosi e prodotti.

Esistono comunque in commercio prodotti che contengono cheratina sintetizzata, da usare comodamente a casa.  Spesso sono venduti in kit con gli articoli per i diversi passaggi del trattamento. La procedura da effettuare è simile a quella in salone, ed è pertanto necessario un po’ di tempo per lasciare in posa il prodotto a base di cheratina e la maschera fissante.

L’effetto può risultare meno efficace rispetto a quello in salone, adatto più che altro a prolungare l’effetto dopo qualche mese. Il parrucchiere inoltre può personalizzare il trattamento a seconda del capello e del cuoio capelluto, in modo da rendere un servizio il più possibile efficace e sicuro. Mentre a casa è più difficile trovare i prodotti perfetti per ogni esigenza.

Il costo è ovviamente molto differente, infatti il trattamento alla cheratina dal parrucchiere costa solitamente tra i 100 e i 300 €. Mentre i prodotti sul mercato, anche quelli delle migliori marche e più completi, non superano i 30-40 €.  La scelta se fare il trattamento in casa o meno deve essere ponderata, l’unico consiglio che si può seguire è iniziare dal parrucchiere con un trattamento professionale, e continuare, in salone o a casa, se abbiamo trovato ciò che cercavamo.

Seguici anche su Google News!