Woody Allen: Hachette non pubblicherà la sua autobiografia

Il libro uscirà ugualmente in Italia con la casa editrice La nave di Teseo.

Pubblicato il 7 marzo 2020

Il gruppo editotiale Hachette ha deciso di non pubblicare più l’autobiografia di Woody Allen intitolata A proposito di niente (Aprops of Nothing titolo originale dell’opera). La pubblicazione del libro era prevista per il 7 aprile 2020. La decisione di non pubblicare più il libro è stata presa a seguito delle proteste che si sono susseguite negli ultimi giorni. I dipendenti della gruppo editoriale hanno deciso di lasciare gli uffici in segno di protesta e di solidarietà nei confronti di Dylan e Ronan Farrow, figli di Allen.

Dylan e Ronan Farrow hanno accusato diverse volte il padre di violenza sessuale. Il regista ha sempre respinto le accuse. “Pubblicare il libro sarebbe un tradimento” ha dichiarato Farrow. L’uomo, noto giornalista e vincitore del premio Pulitzer nel 2018, pochi mesi fa ha pubblicato il libro intitolato Catch and Kill: Lies, Spies, and a Conspiracy to Protect Predators in cui racconta le indagini e gli stupri di Harvey Weinstein. La casa editrice che ha pubblicato il libro fa parte del gruppo editoriale Hachette. L’opera è legata al movimento sociale #MeToo.

Per quanto riguarda la pubblicazione in Italia, invece, tutto procederà regolarmente. Il libro sarà pubblicato dalla casa editrice La Nave di Teseo. La stessa direttrice, Elisabetta Sgarbi, lo ha fatto sapere tramite un post Facebook, sul suo profilo e sulla pagina ufficiale della casa editrice. “È mia intenzione rispettare gli accordi con l’autore e pubblicare “A proposito di niente” di Woody Allen il 9 di aprile e spero che questo libro sia di aiuto alle librerie italiane in sofferenza in questo momento.” Una decisione che sicuramente farà discutere visto il clamore mediatico che si sta generando attorno alla figura del regista Woody Allen.

La pubblicazione con Hachette è solo l’ultima opera ad essere bloccata. Qualche tempo fa, Amazon Studio ha rescisso un contratto di produzione con il regista per le stesse motivazioni.

Storia

  • Vip