Apropos of Nothing, in libreria le memorie di Woody Allen

Il regista newyorchese arriva presto in libreria, anche in Italia, con la sua attesissima autobiografia.

Aggiornato il 4 marzo 2020

Buone nuove per tutti i fan di Woody Allen: esce il 7 aprile negli Stati Uniti (ma a seguire anche in Italia) Apropos of Nothing, libro di memorie del regista newyorchese.

Il libro è un resoconto completo della sua vita, sia personale che professionale, e descrive il suo lavoro nel cinema, teatro, televisione, nei night club e nella stampa. Allen scrive anche delle sue relazioni con la famiglia, gli amici e gli amori della sua vita“, hanno detto dalla Grand Central Publishing, una divisione di Hachette Book Group che pubblicherà l’autobiografia.

Secondo quanto riferito, nel 2003 il regista aveva raggiunto un accordo multimilionario con Penguin, ma aveva cambiato idea. Nel 2018-2019, diversi editori, a causa delle preoccupazioni legate al #MeToo, avrebbero respinto un rappresentante Allen che stava cercando un accordo per il suo libro di memorie. Ma secondo un portavoce della Grand Central, un accordo è stato raggiunto nel marzo 2019 dopo che l’editore e il vicepresidente senior Ben Sevier hanno letto una bozza completa del libro.

L’accordo con la Hachette significa per Allen condividere l’editore con uno dei suoi eroi letterari, J.D. Salinger, e uno dei suoi maggiori detrattori, suo figlio Ronan Farrow, il cui Catch and Kill è stato rilasciato lo scorso anno dalla divisione Hachette Little, Brown and Company. Farrow ha vinto un premio Pulitzer per il suo rapporto #MeToo sul produttore Harvey Weinstein e per anni è stato tenuto lontano da suo padre, così come la madre di Ronan, Mia Farrow (indimenticabile interprete di alcuni film di Allen tra cui La rosa purpurea del Cairo e Hannah e le sue sorelle).

Oltre agli Stati Uniti, Apropos of Nothing uscirà in Canada, Italia, Francia, Germania e Spagna, seguita da pubblicazioni in “paesi di tutto il mondo”. Allen farà “diverse interviste” per il libro, ha annunciato Grand Central.

Woody Allen, 4 volte premio oscar (tre come sceneggiatore e una per la regia) è tra gli autori più influenti del suo tempo, ma le accuse della figlia Dylan Farrow di averla molestata da bambina nei primi anni ’90 hanno dato uno stop alla sua carriera cinematografica negli Amazon Studios negli Stati Uniti.
Il suo A Rainy Day A New York è stato rilasciato in Italia e in Europa l’anno scorso ma non negli Stati Uniti. La sua produzione attuale, Rifkin’s Festival, con Christoph Waltz e Gina Gershon, è stata girata l’estate scorsa e sta cercando una distribuzione.

Articolo originale pubblicato il 3 marzo 2020

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Libri