Amanda Knox protagonista di un film a luci rosse. Sarebbe questa l’idea di Michael Kulick, patron della casa di produzione a luci rosse Monarchy Distributionun che qualche giorno fa si sarebbe preso la briga di scrivere una mail ad una dei protagonisti della triste vicenda del delitto di Perugia per proporle una pellicola hard alla modica cifra di 20mila dollari.

Un po’ poco, forse, data la notorietà (soprattutto in Italia), della 26enne americana condannata alla fine di gennaio della Corte d’appello di Firenze a 28 anni e sei mesi di reclusione per l’omicidio di Meredith Kercher (sulla sua storia è già stato girato un film).

Nella lettera a lei indirizzata Kulick, secondo il nydailynews.com scriverebbe: “Da quando sei tornata alla ribalta la nostra casella mail è sommersa da richieste dei fan che vogliono vedere solo te. Si tratta di un’opportunità unica e il denaro potrebbe aiutarti a coprire le spese legali“. Non sarebbe neppure la prima volta che il settore dell’hard fa simili richieste alla Knox, già nel 2011 aveva ricevuto una simile proposta dalla Vivid Entertainment, specializzata in sex tape e parodie.