Tra le ricette più golose abbiamo i cantucci – o biscotti di Prato – ovvero un dolce tipico della cucina toscana caratterizzato da un impasto duro e dalle mandorle, che danno quel piacevole tocco aromatico ai biscotti. Sono uno dei vanti della tradizione culinaria toscana, accreditati addirittura all’interno del dizionario dell’Accademia della Crusca. La loro forma allungata è data dal tipo particolare di forma del panetto dell’impasto, che viene tagliato in diagonale subito dopo la cottura. Ecco qualche idea per preparare varie ricette.

L’impasto della ricetta originale è composto da farina, zucchero, uova, mandorle, burro e latte, ma aggiungendo altri ingredienti si possono realizzare delle gustose varianti. Vediamo allora alcune idee di ricette per realizzare cantuccini che si discostano un po’ dalla tradizione.

Tra gli ingredienti con cui si possono sostituire le mandorle ci sono i pistacchi e i mirtilli rossi, da tagliare a pezzettini sottili e da aggiungere all’impasto appena prima di infornare i panetti. Anche se i cantucci tradizionali trovano il loro abbinamento ideale con il Vin Santo, questa variante un po’ più dolce può essere ottima accompagnata al tè o consumata a colazione.

Variante golosa è quella dei cantucci al cioccolato, che possono essere realizzati in due modi: aggiungendo il cioccolato direttamente nell’impasto (in questo caso i biscotti assumeranno un bel colore brunito) oppure sostituendolo alle mandorle in pezzetti tagliati grossolanamente.

Per dare un tocco un po’ più aromatico alla ricetta tradizionale potete aggiungere della scorza di limone grattugiata e dell’estratto di vaniglia all’impasto, rendendo così il tutto notevolmente più dolce. Altro ingredienti con cui sostituire le mandorle sono le noci pecan, che vanno incorporate direttamente nell’impasto una volta sminuzzate.

Variante più leggera è quella senza burro e che sostituisce alle mandorle noci e uvette oppure quella al cardamomo. Il cardamomo – una delle spezie più rinomate in {#cucina} – darà ai biscotti un sapore speziato e molto particolare, ideale da accompagnare a una tazza di tè.

Il sapore delle mandorle si sposta molto bene con quello dell’arancia, ottima per realizzare una variante un po’ “fruttata” di questi semplici biscotti. Basterà aggiungere all’impasto della scorza di arancia grattugiata e lasciarla amalgamare completamente prima di infornare il panetto.

Per gli amanti della frutta secca la variante con mandorle, noci, nocciole e pistacchi sarà irresistibile. Anche se la ricetta tradizionale non prevede la tostatura delle mandorle né la loro spelatura, potete comunque passarle rapidamente al forno prima di inserirle nell’impasto assieme agli altri ingredienti.

Ricordatevi di lasciare raffreddare un po’ il filoncino una volta estratto dal forno prima di procedere con il taglio dei biscotti, altrimenti c’è il rischio che si spacchi. Una volta tagliati i biscotti, potete servirli accompagnati al classico Vin Santo oppure consumarli a colazione o a merenda con tè e tisane. E, se non fossero abbastanza dolci per i vostri gusti, potete creare una variante ancora più golosa immergendoli per metà nel cioccolato caldo una volta completamente raffreddati.

Fonte: Martha Stewart.