Per la pulizia di ogni tipo di pavimento, bisogna partire dalla qualità del materiale. È bene sapere, quindi, che il gres porcellanato è una “porcellana”, appunto, molto compatta e poco porosa, quasi del tutto impermeabile. Per questa sua caratteristica, oltre che molto resistente è facile da pulire e anche le macchie più ostinate si rimuovono facilmente. Non servono ceratura e lucidatura. Come tutti i materiali ceramici, è il preferito per la pavimentazione proprio per le sue caratteristiche performanti e la facilità di manutenzione e pulizia. Molto elegante e raffinato, è altamente decorativo. Ma attenzione: anche se un comune generatore di vapore può essere utile per pulire il gres porcellanato, e nel contempo igienizzarlo,  è consigliabile una “pulizia ecologica” con alcune idee fai da te: naturali, economiche, pratiche ed efficaci.

Il fai da te per pulire il gres porcellanato

  1. Con una miscela di acqua bollente, aceto bianco e una o due gocce di detergente per piatti, avrete un pavimento pulito e profumato, senza tracce di unto o grasso in cucina e di odori nel resto di casa.
  2. Anche per pulire il gres porcellanato va bene l’alleato di sempre, cioè l’aceto bianco, diluito in abbondante acqua calda in parti uguali con l’alcol.
  3. Per una casa tutta profumata, ecco una miscela ecologica per la salute dell’uomo e dell’ambiente: 4 cucchiai di alcol; qualche goccia di detersivo per piatti; qualche goccia di olio profumato (facoltativo); 5 cucchiaini di aceto bianco.

Pulizia quotidiana

Se, invece, per la pulizia quotidiana del pavimento in gres porcellanato preferite sgrassatori e detergenti comuni, diluiteli in acqua calda, facendo attenzione al risciacquo per rimuovere eventuali residui di sporco e accumuli di calcare che potrebbero essersi annidati sul pavimento.

Per macchie ostinate, si trovano in commercio detergenti specifici per ogni tipo di macchia, in genere solventi o acidi o liquidi a base alcalina. Per una macchia di caffè, ad esempio, ottimo uno sgrassatore con bicarbonato, e per una macchia di ruggine l’anticalcare.

I consigli

Per pulire il gres porcellanato evitate cere e detergenti oleosi, come l’acido fluoridrico, che non sarebbe assorbiti a causa della compattezza e impermeabilità del materiale, e renderebbe il pavimento molto scivoloso. No anche a trattamenti mirati, che potrebbero rovinare il gres lasciandovi sopra delle patine lucide o chiazze. Importante, dopo il lavaggio, un prolungato risciacquo con semplice acqua calda. Per la quotidiana pulizia di routine, sono consigliati detergenti o sgrassatori da diluire in acqua calda, seguendo le modalità indicate sulle confezioni.

Se si acquista una casa di nuova costruzione, servono particolari attenzioni nella prima pulizia del gres porcellanato, per conservarlo e mantenerlo pulito nel tempo. Per prima cosa bisogna distinguere la semplice pulizia quotidiana, per detergere il pavimento dallo sporco comune di polvere, macchie di unto, da quella da effettuare, dopo la posa in opera, per pulire il pavimento dai residui di malta e colla.

In genere, si lava il pavimento con acqua e in aggiunta una soluzione d’acido tamponato; si lascia quindi agire sul pavimento strofinando il liquido con alcuni stracci incolori, risciacquando infine con acqua abbondante. Si consiglia di utilizzare dei detersivi sgrassanti per togliere via l’eventuale untuosità lasciata dagli acidi e in genere prodotti adatti a preservare il materiale da eventuali danni e mantenerne  nel tempo le caratteristiche e i pregi. Per eliminare questi residui si dovrà usare una soluzione di acqua e detergenti specifici a base acida, intervenendo energicamente con spazzolone o spugna abrasiva e risciacquando accuratamente al termine della pulizia. Questa operazione, se necessario, può essere ripetuta una seconda volta.