Il metodo Marie Kondo per riordinare la casa

Semplici consigli che permettono di migliorare la qualità della vita, riordinando gli spazi abitativi

Pubblicato il 20 maggio 2020

Il metodo KonMari, ovvero il metodo Marie Kondo per riordinare la casa, è un approccio ispirato al minimalismo, che ha come obbiettivo non il decluttering – come potrebbe sembrare – ma quello di avere una casa piena di oggetti che diano gioia.

Marie, creatrice del metodo, è autrice di due libri best seller, Il magico potere del riordino e 96 lezioni di felicità, e protagonista di Facciamo ordine con Marie Kondo, reality di Netflix su questo sistema studiato per riordinare gli spazi abitativi al fine di migliorare la qualità della vita.

Per seguire i consigli della guru del decluttering, naturalmente, è necessario avere una mente aperta, ed essere disposti a mettersi in gioco.

Marie Kondo (Photo by Phillip Faraone/Getty Images)

Le 6 regole fondamentali del metodo Marie Kondo

  1. Impegnatevi a mettere in ordine. Fare ordine non è semplice, servono tempo, fatica e pazienza, per questo non si fa spesso volontariamente. Impegnatevi e vedrete che ne varrà la pena visto i risultati.
  2. Immaginate il vostro stile di vita ideale. Pensate allo stile di vita cui aspirate, alla casa in cui vorreste vivere. Immaginandola sarà per voi più chiaro come ottenere ciò che desiderate riordinando e cosa vi spinge a farlo.
  3. Liberatevi di quello che non volete più tenere. Una volta che vi sarete liberati di tutto quello che non volete tenere, mettere in ordine ciò che resta sarà più facile. Donate in beneficenza, agli amici o a chi ne ha bisogno il possibile, e gettate il resto tenendo conto della racconta differenziata.
  4. Riordinate per categoria. Una delle caratteristiche distintive del metodo è che si riordina per categorie, non stanza per stanza. Avendo a portata di mano tutti gli oggetti di una stessa categoria, saprete  decidere meglio cosa tenere e cosa buttare.
  5. Seguite l’ordine giusto. Marie Kondo consiglia di seguire un ordine preciso nel decluttering, partendo dalle categorie più semplici da sfoltire, che daranno molta soddisfazione e libereranno più spazio, fino ad arrivare alle cose di cui è più difficile liberarsi, quelle con un grande valore affettivo. Le categorie sono: abbigliamento, libri, carte, oggetti vari, ricordi. Esaminatele in questo ordine, dividendole per praticità in altre sottocategorie (come giacche, maglioni, scarpe, o riviste, fumetti, romanzi, saggi etc).
  6. Chiedetevi cosa vi rende felici. Riordinare vuol dire essere circondati solo di cose che ci rendono felici, che creano uno stile di vita che emoziona. Tenete solo le cose che vi fanno stare bere. Mettere in ordine, così, significa non liberarsi delle cose, ma tenere quelle a cui teniamo di più.

I consigli per seguire il metodo KonMari

Al di là delle 6 regole base, sono tanti i consigli pratici di Marie Kondo per riordinare la casa. Tra cui:

  • Preparare una checklist di cose di cui già sapete in principio non volervi liberare;
  • Conservare gli abiti, dove possibile, in spazi verticali, come gli armadi, per poterli prendere più agevolmente;
  • Riordinare per categorie può essere utile per sistemarle una volta per tutto, ma non bisogna essere troppo rigidi. Può capitare, per esempio, che una t-shirt o libro siano dei ricordi, e non semplici oggetti. In quel caso, trattateli come tali.
  • Il metodo KonMari dà indicazioni anche su come piegare i vestiti. Ogni capo è diverso, e deve trasformarsi in un rettangolo. Per farlo bisogna trovare i “punti magici”, sperimentando e provando finché non si ottiene una piega senza sgualciture. Nei suoi libri e in tanti video sul web si possono trovare le spiegazioni per ogni tipo di vestito.
  • Liberarsi dei libri per molti può sembrare a un tabù, ma con un po’ di buona volontà si può diventare davvero orgogliosi della libreria che ne risulterà. Da cosa partire? Regalate (anche a biblioteche di quartiere etc) i libri che non vi sono piaciuti, quelli che vi sono piaciuti ma siete sicuri che non rileggerete, quelli strettamente legato all’attualità.
Seguici anche su Google News!

Storia

  • Pulizie di Casa

Credits foto: