La dieta dei 5 giorni, come tutte le diete lampo, ha lo scopo di far ottenere una linea soddisfacente in prossimità di un avvenimento a cui si desidera apparire impeccabili oppure per perdere i chili in più accumulati nel corso di particolari periodi dell’anno.

La dieta dei 5 giorni è quindi una dieta che si può attuare soltanto in situazioni cosiddette di emergenza e che non può quindi rappresentare la regola né essere messa in pratica troppo spesso, per le ragioni che verranno illustrate di seguito. Si tratta infatti di una dieta che presenta delle controindicazioni di cui è bene essere consapevoli e che non può essere assolutamente consigliata come stile di vita.

Dieta dei 5 giorni: caratteristiche e consigli

Per seguire una dieta dei 5 giorni è importante, prima di tutto, sapere che una parte fondamentale di questa dieta lampo è rappresentata dall’assunzione di liquidi (almeno due litri al giorno, composti soprattutto da acqua ma anche da tisane, se gradite). Nel corso dei cinque giorni va poi eliminato quasi del tutto lo zucchero (bando ai dolci, alle bevande alcoliche, all’aggiunta di zucchero nel caffè), il burro (per condire usare soltanto olio extravergine di oliva), i fritti, i salumi e i cibi precotti. Vanno invece preferiti la frutta fresca e di stagione, la verdura, i cereali integrali, il riso e i legumi.

Un consiglio per poter affrontare questi cinque giorni è quello di suddividere la giornata in tre pasti principali – colazione, pranzo e cena – e due spuntini, merenda al mattino e merenda al pomeriggio. Questi ultimi possono essere impiegati strategicamente per smorzare gli eventuali attacchi di fame, ma per far sì che siano funzionali, devono prevedere il consumo di frutta. Saltare i pasti non serve a nulla, anzi, risulta essere ancor più negativo: molto meglio mangiare poco ma spesso, evitando così di provare il senso di fame. Accanto alla dieta dei 5 giorni va ovviamente eseguita adeguata attività fisica: bastano anche pochi minuti al giorno di esercizi, per allenare i muscoli, per tonificare il corpo e aiutarlo a perdere peso in modo sano ed efficace.

Dieta dei 5 giorni: controindicazioni

Che la dieta dei 5 giorni possa avere del miracoloso non deve distogliere poi da quella che è la realtà effettiva: questo tipo di dieta non può essere considerato come la norma e anzi, occorre prestarvi particolare attenzione poiché potrebbe avere degli effetti negativi sulla salute e sull’organismo in generale.

La prima cosa da tenere bene a mente è che ricorrere spesso alla dieta dei 5 giorni potrebbe trasformare il corpo in una specie di fisarmonica, per dirlo con una metafora: dimagrimenti repentini, seguiti da nuovi accumuli di peso e poi ancora da dimagrimenti veloci sono infatti tutt’altro che salutari. A risentirne, oltre alla salute generale dell’organismo, è anche la muscolatura: quest’ultima perde di tonicità proprio a causa dei continui dimagrimenti e accumuli di peso che si susseguono e potrebbe dunque apparire flaccida.

È bene ricordare anche che la dieta dei 5 giorni non assicura una costante e perfetta forma fisica: non avendo una fase cosiddetta di mantenimento, infatti, è piuttosto facile riaccumulare peso molto in fretta. In più, la dieta dei 5 giorni può comportare anche delle carenze alimentari importanti, che non andrebbero mai sottovalutate.

Fotostoria: 10 cibi brucia grassi e amici della dieta