La bicicletta è un ottimo mezzo di trasporto per muoversi in città ed è ottima come allenamento per mantenersi in forma. Ma sono pochi i fortunati ad avere a disposizione piste ciclabili per attraversare la metropoli. Un’alternativa per fare movimento a casa propria o in palestra è la cyclette, detta anche bici da interni.

La cyclette è lo strumento ideale per chi vuole perdere peso e, se utilizzata correttamente, può sostituire il tapis roulant e il running in generale. Chi vuole dimagrire deve pianificare l’allenamento in moda tale da massimizzare il dispendio energetico. Attenzione a non esagerare con la durata e l’intensità della pedalata: meglio allenarsi per meno tempo ma tutti i giorni. Solo così si vedranno i risultati.

I benefici dell’uso della cyclette sono moltissimi: tonifica i muscoli delle gambe, alza e rassoda i glutei e l’interno coscia, una zona critica per tutte le donne, aiuta a combattere la cellulite e rafforza braccia e addominali. Inoltre, migliora la circolazione e fa lavorare le articolazioni di ginocchia e caviglie.

È un attrezzo adatto davvero a tutti: le persone in forte sovrappeso possono utilizzare la cyclette perché non sollecita eccessivamente le articolazioni ed è possibile regolare la resistenza. Coloro che soffrono di sciatalgie e lombalgie possono allenarsi senza problemi perché, con la pedalata, il peso del corpo non va a gravare sulla schiena.

Chi non è solito fare esercizio può iniziare con un allenamento di dieci minuti al giorno per le prime due settimane, poi sarà necessario aumentare sia la durata che l’intensità passando a tre sedute settimanali di 20 o 30 minuti. Fondamentale lo stretching una volta finito l’allenamento: appoggiate la punta del piede su uno scalino e spingete il tallone verso il basso mantenendo la posizione un minuto circa per ogni gamba.

Un programma efficace, finalizzato al dimagrimento, prevede sedute di 45 minuti per almeno due volte alla settimana da suddividere in 5 minuti di riscaldamento, 20 di pedalata a velocità e intensità variabile e, per finire 5 di recupero. Per ottenere risultati migliori è consigliabile acquistare un cardio frequenzimetro, strumento utilizzato per calcolare la frequenza cardiaca.

Tenere sotto controllo il ritmo cardiaco è fondamentale per ottimizzare il risultato. Chi vuole perdere peso dovrà cercare di assestare il battito sui 110 battiti al minuto, così da poter bruciare il maggior numero di calorie senza sprecare energia inutilmente.

I principianti dovranno raggiungere una quota di battiti pari al 65% della massima frequenza cardiaca, chi è più in forma il 75% mentre i veri sportivi l’85%. Calcolare approssimativamente la quota è semplice: basta sottrarre a 220 la propria età. Chiaramente per conoscere in modo preciso la propria frequenza cardiaca è necessaria una visita specialistica.

Fonte: Sanihelp.