Conosci tutti i benefici della corsa?

Correre fa bene, lo dicono tutti. Ma sarà vero? Scopriamo insieme quali sono i benefici della corsa per mente, corpo e non solo.

Pubblicato il 30 ottobre 2020
Fitness

Tutti o quasi, almeno una volta nella vita, abbiamo sentito dire questa frase: “corri che ti passa”! Per quanto molto spesso venga utilizzata per minimizzare un problema o cercare di risollevare velocemente chi ci sta di fronte, non si può certo dire che non nasconda un fondo di verità. I benefici della corsa, infatti, sono davvero tantissimi.

E non si parla solo di quelli a livello fisico e/o estetico come la perdita di peso, la tonificazione muscolare o il miglioramento dell’attività cardiorespiratoria. Correre fa bene anche alla mente.

Vediamo, allora, più nel dettaglio quali sono i benefici della corsa e perché, per vivere in salute e più felici, bastano solo un paio di scarpe da running.

benefici della corsa

I benefici della corsa sul fisico

Come detto, i benefici della corsa sono davvero tantissimi e abbracciano il corpo a 360°, portando notevoli miglioramenti diretti su alcune funzioni fondamentali dell’organismo.

Primo fra tutti il miglioramento e il rinforzo del sistema immunitario, elemento cardine per la salute generale di tutto il corpo.

Correre per circa 30 km alla settimana, infatti, porta con sé un notevole effetto positivo sul nostro sistema di difesa, aumentando le difese immunitarie e, quindi, la risposta a eventuali attacchi esterni. Attenzione, però, a non esagerare. Correre troppo, infatti, può portare all’effetto opposto.

Ma non solo. Tra i tanti benefici della corsa a livello fisico troviamo:

  • la riduzione del rischio di incorrere in malattie cardiache e infezioni;
  • la regolazione della pressione arteriosa;
  • il controllo dei livelli di diabete;
  • la prevenzione di malattie tumorali;
  • l’abbassamento dei livelli di colesterolo cattivo;
  • la riduzione del rischio di osteoporosi;
  • la prevenzione del rischio di sviluppare malattie all’apparato visivo.

In più, cosa da non sottovalutare, la corsa influisce positivamente anche sul cervello in almeno tre modi diversi.

Secondo alcuni studi, infatti, correre almeno tre volte alla settimana stimola la produzione di nuove cellule cerebrali, oltre a garantire un aumento fino al 2% delle dimensioni dell’ippocampo. Una sorta di ringiovanimento in cui il cervello risulta più lucido e attivo.

Questo, unito al potere riparatore che la corsa ha sui danni a livello cerebrale, come dimostrato in uno studio dell’Università di Ottawa, fa ben sperare per quanto riguarda la cura e la prevenzione di malattie neurodegenerative come, per esempio, l’Alzheimer.

Ma non è tutto. Secondo altri studi pubblicati sulla rivista dell’Accademia Statunitense delle Scienze, correre e muoversi in maniera costante porta a un miglioramento delle funzioni cognitive, aumentando la capacità di apprendimento. Aspetto rilevante soprattutto per chi studia, attività per cui è necessario avere memoria e una mente sempre attiva.

I benefici della corsa sulla mente

Anche la mente, infatti, può giovare dei tanti benefici della corsa. E non solo a livello cognitivo.

Secondo una ricerca condotta da Justy Reed e Deniz Ones e pubblicata su Psychology of Sport and Exercise nel marzo del 2006, fare esercizio aerobico (corsa, nuoto, crossfit, ecc.) aiuta a combattere gli stati di ansia e panico.

Questo perché, aumentando l’ossigenazione dei tessuti, la capacità respiratoria e la resistenza alla fatica, induce a un maggior benessere fisico, a una maggior resistenza alle malattie e di conseguenza a un innalzamento della percezione e della fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, sia fisiche che psicologiche.

Ma non solo. Diminuendo i livelli di stress, la corsa consente di dormire meglio, facilitando il sonno e il rilassamento mentale (e di conseguenza la qualità della propria vita).

Un altro aspetto rilevante legato alla corsa, poi, è rappresentato dalla sua capacità di stimolare la produzione degli ormoni legati al buonumore.

Sempre secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Medicine and Science in Sports and Exercise, si evidenzia come bastino 30 minuti di esercizio fisico a livello intenso per risollevare il proprio stato d’animo e regalare una sensazione generalizzata di benessere. Aspetto fondamentale che rende la corsa una sorta di antidepressivo naturale.

In più uscire di casa e correre è un atto liberatorio, un momento per se stessi dove non esistono pensieri o parole di troppo ma solo la voglia di lasciare andare ogni tensione e ricaricarsi di energia. La possibilità concreta di dedicarsi del tempo, lontano dal caos della vita quotidiana (lavoro, figli, ecc.) liberando la mente e ritrovando il proprio centro.

Un miglioramento generale della propria vita, sia dentro che fuori. E si vede!

benefici della corsa sul corpo

I benefici estetici della corsa

Correre, infatti, porta notevoli benefici anche a livello estetico (aspetto non meno importante per sentirsi bene in modo totale). Uno dei benefici della corsa riguarda appunto la propria forma fisica. Nello specifico la perdita di peso.

Correre, infatti, così come ogni attività di tipo aerobico, consente di bruciare moltissime calorie, mettendo in movimento tutta la muscolatura, tonificandola e facendo perdere i chili di troppo.

Oltre al fatto che, proprio per la tipologia di movimento svolto, correre contribuisce a rassodare i glutei, snellire le gambe, combattere la ritenzione idrica e la cellulite.

Benefici tanto apprezzati soprattutto dalle donne e che non richiedono condizioni particolari. Correre, infatti, è un’attività che si può fare ovunque e in qualunque circostanza (o quasi).

Si può fare all’aperto, in città, al mare o in montagna, nella propria casa o in palestra con un tapis roulant. Si può correre sotto la pioggia, con il sole, di mattina o di notte. Insomma, le possibilità per godere dei benefici della corsa sono davvero tante.

Fitness Instagram: i migliori profili per gli esercizi a casa

Le differenti tipologie di corsa

Così come le diverse tipologie di corsa. Per chi non lo sapesse, infatti, esistono modi di correre totalmente diversi. E non si tratta solo di decidere se farlo con o senza tapis roulant.

La corsa ha tantissime tecniche diverse, più o meno conosciute e/o praticate. Le principali sono:

  • skippata: ovvero quel particolare tipo di corsa sul posto in cui si sollevano in modo alternato le gambe fino a raggiungere con la coscia un’angolatura parallela al terreno;
  • saltellata: si esegue effettuando dei balzi verticali e mantenendo le punte dei piedi parallele;
  • calciata dietro: una variazione della corsa skippata in cui si calcia all’indietro;
  • ruotata: si corre simulando la pedalata su una bicicletta;
  • balzata: ricorda il salto triplo e rappresenta la massima velocità della corsa.

Parlando, invece, di tipologie vere e proprie di corsa, troviamo:

  • la corsa di velocità: 100 metri piani, 110 metri ostacoli, 200 e 400 metri piani;
  • le corse di resistenza.

Quest’ultime, a loro volta, si dividono in:

  • corsa campestre: 10 chilometri;
  • corsa su strada: ovvero tutte le corse podistiche da 7 a 12 chilometri Ma anche la mezza maratona, la maratona e l’ultramaratona;
  • trail running: che comprende l’eco maratona, e l’ultra trail (oltre 42 chilometri);
  • corse di fondo: 5000 metri piani e i 10000 metri piani. Sono incluse anche le gare all’interno della pista di atletica;
  • corse di mezzofondo: 800 e 1500 metri piani, 3000 metri piani e la 3000 siepi;
  • skyrunning: si pratica in alta montagna, oltre i 4mila metri di quota e su percorsi, come sentieri o rocce;
  • corsa in montagna: si svolge a una quota inferiore ai 2mila metri in ambiente montano.

Infine, pur non essendo una vera e propria tipologia di corsa, per gli amanti dell’acqua è possibile praticare anche l’aqua jogging. Grazie a un tapis roulant subacqueo, consente di correre traendo benefici sia dalla corsa in sé che dal movimento in acqua.

Insomma, non si può certo dire che non ci sia l’imbarazzo della scelta. Fermo restando che, come detto, bastano un bel paio di scarpe da running per correre liberamente e in sicurezza.

In forma con l'acquagym

Benefici della corsa: 5 consigli per correre meglio

Cosa che viene sicuramente facilitata, seguendo qualche piccolo accorgimento.

Oltre alla scelta di un paio di scarpe adatte, comode, traspiranti e che consentano al piede di muoversi liberamente, proteggendolo da urti esterni, è importante prestare attenzione a pochi semplici dettagli. Per rendere il momento della corsa un’esperienza positiva a tutto tondo.

1. Lo stretching

Per esempio riscaldando bene il corpo prima di iniziare a correre (ma anche dopo). Come? Facendo un po’ di stretching per la corsa e preparando tutta la muscolatura, le articolazioni e i legamenti, allo sforzo che dovranno compiere.

2. La postura

Nonostante sia un’attività estremamente liberatoria, per poter godere realmente dei benefici della corsa è importante farlo bene e con la giusta postura. Schiena dritta e corpo che tende verso l’alto sono aspetti fondamentali per giovare di questa disciplina senza farsi male.

3. Controllare i gomiti

Ebbene sì, anche i gomiti sono importanti quando si corre. Per essere sicuri di farlo bene è necessario verificare che questi sfiorino il tronco a ogni falcata, in modo da essere certi che le braccia si stiano muovendo correttamente.

4. Non fare troppo rumore

E non per evitare di disturbare i vicini ma per controllare che i movimenti fatti non vadano a caricare eccessivamente le articolazioni, le ossa o i muscoli. Correre con passo leggero e, quindi, senza fare troppo rumore, consente di alleggerire il peso e l’impatto a carico dei piedi.

5. Variare il ritmo

Ovviamente questo cambia a seconda del soggetto, della propria fisicità e stato di salute. In linea generale, però, è importante accelerare l’andatura di tanto in tanto. Questo, oltre a rendere meno noioso il percorso, consente al corpo di allenare e migliorare le proprie funzioni metaboliche.

Le controindicazioni alla corsa

Ma basta seguire questi accorgimenti per rendere la corsa un’attività adatta a chiunque? La risposta è no. Se da un lato i benefici della corsa sono molteplici dall’altro, così come ogni altra attività fisica, può avere delle controindicazioni.

Queste sono legate per lo più a condizioni fisiche disagevoli preesistenti come, per esempio, la presenza di patologie, tra cui:

  • obesità grave;
  • cardiopatia;
  • elevato rischio cardiovascolare e cerebrale;
  • lombalgie e patologie del rachide;
  • problemi di equilibrio;
  • disturbi alle anche, ginocchia o caviglie;
  • problemi muscolari e/o tendinei agli arti inferiori.

Considerando questi aspetti, gli accorgimenti sopra descritti e sempre in aggiunta a una dieta equilibrata, la corsa è davvero un’attività ricca di benefici per corpo e mente.

Un modo per prendersi cura di sé e del proprio benessere psicofisico. In armonia con il proprio stato di salute, possibilità e obiettivi, praticando all’aria aperta o dentro casa, ma sempre rispettando se stessi e il proprio organismo.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Allenamento