Per molti, il lavoro ideale non è al chiuso in un ufficio, seduti a una scrivania, alle prese con telefonate, pratiche e computer.

Molti hanno bisogno del sole e del vento e di respirare aria che non sia viziata. Il lavoro ideale all’aria aperta esiste: si tratta, talvolta, di mestieri molto quotati e dagli alti guadagni garantiti; in altri casi, si tratta di professioni stagionali, precarie e che non sempre permettono guadagni elevati.

Tuttavia, è stato provato che fare il lavoro dei propri sogni riesce a sopperire alla mancanza di un guadagno adeguato: in altre parole, conta la soddisfazione che un mestiere riesce a dare, anziché il guadagno. E i mestieri all’aria aperta, di sicuro, riescono a dare grandi soddisfazioni.

Perché? Perché oltre a svolgere un lavoro che piace, si ha la possibilità di fare il carico di energia solare, un vero e proprio toccasana per l’umore. Di sicuro può essere un mestiere molto stancante, ma poter stare a contatto con la natura, gli animali, le persone, il sole, il vento riesce a dare un carico vitale non indifferente.

Il bagnino è proprio uno di questi mestieri: si passano tre mesi sotto il sole, si sta al mare, si gode della spiaggia. Certo, è un lavoro dalle mille responsabilità. Prima di poterlo praticare occorre fare un corso e prendere il brevetto e, una volta col cannocchiale in mano, bisogna stare sempre attenti e far rispettare duramente le regole della spiaggia.

Se ciò che si cerca è il contatto con la natura, anche quella più incontaminata, allora i mestieri abbondano: si può fare la guida nei parchi naturali; l’educatore/animatore nei villaggi vacanze per bambini; il maestro di sci. Tali mestieri implicano, fuor di dubbio, una preparazione adeguata: occorre conoscere a menadito i luoghi e le loro caratteristiche fisiche e naturali; bisogna saper esporre, insegnare e intrattenere; si deve essere sempre pronti a soccorrere chi ne ha più bisogno, sia che si porti qualcuno alla scoperta di un luogo incontaminato, sia che si educhi i bambini alla natura, sia che si insegni a sciare su un bel pendio.

Se si vuol camminare tutto il giorno, il postino è un mestiere particolarmente adatto alla situazione. Ma ci si può cuocere sotto il sole anche svolgendo, forse, uno dei lavori più nobili che esistano: il muratore, mestiere antico e necessario.

Esistono, però, anche professioni meno manuali e più concettuali da poter svolgere all’aria aperta: il geometra e l’architetto che si occupa di sistemare i parchi e lo skyline di una città passano molto tempo all’aperto per guardare, fare calcoli e progettare.

Fonte: Aol Jobs