Pasticcio di maccheroncelli alla fiorentina: “special” di mezza estate

Anna Carbone 26 agosto 2014
Tempo di preparazione:
20 minuti
Tempo di cottura:
50 minuti
Tempo totale:
70 minuti
Difficoltà:
Media
Ingredienti per persone:
  • PER LA PASTA
  • 250 g di farina
  • 125 g di burro
  • 3 tuorli d'uova
  • 1 pizzico di sale
  • PER IL RIPIENO
  • 300 g di carne di manzo
  • tagliata a dadini
  • 100 g di funghi freschi
  • 200 g di fegatini, creste e
  • fagioli di pollo
  • (in parti uguali)
  • 350 g di maccheroncelli
  • 300 g di polpa di pomodoro
  • passata al setaccio
  • un poco di brodo
  • 1 dl di vino bianco secco
  • 100 g di burro
  • 1 cipolla
  • 1 carotina
  • formaggio parmigiano
  • grattugiato
  • un pizzico di timo
  • e lauro sbriciolati
  • sale
  • pepe

Di ritorno da una breve vacanza in Toscana ho con me una ricetta antica che ho scoperto in un luogo magico, all’ombra magica di un ulivo, in vista delle vigne, faticose e faticate, delle colline del Chianti. Una specialità rustica e raffinata insieme che ho abbinato ad un vino capace di aggiungere, a quello dei cibi, il sapore intatto ed esaltante della sua terra d’origine: il Chianti. Che sia il Rosso del colle pisano o Rosso del colle lucchese o Rosso del colle aretino.

Un primo piatto importante nella storia culinaria di questa regione “culla della lingua italiana”. Una ricetta che non richiede lunghe ore ai fornelli, forse un tantino ricca ma che si può gustare anche in questo periodo di mezza estate, magari in qualche giornata non proprio da passeggiate o da spiaggia, quando “ci vuole” un piatto un po’ speciale e diverso magari anche in compagnia. Forse un modo per preparare il pranzo in famiglia, insieme, e fare di un giorno qualunque un giorno da ricordare insieme ad un saporito pasticcio di maccheroncelli che Anna vi ha semplicemente trasferito da una “ostessa toscana verace”.

Preparazione:

Per la sfoglia preparate l'impasto con la farina utilizzando meno liquido possibile. Raccogliete la pasta a palla, spolverizzatela leggermente di farina, mettetela in un panno pulito e fatela riposare per una quarantina di minuti in un luogo fresco.
Fate soffriggere 60 g di burro, aggiungete cipolla e carota tagliate a fettine e fatele imbiondire; unite i dadini di carne e fateli saltare a fuoco vivo; aggiungete i funghi, i fegatini, le creste e i fagioli di pollo affettati e mescolateli bene.
Bagnate con il vino e fatelo ridurre quasi completamente.
Aggiungete il pomodoro e qualche cucchiaio di brodo, salate, pepate e aggiungete un pizzico di timo e lauro, mescolate bene, fate riprendere l'ebollizione, abbassate la fiamma e continuate la cottura per una trentina di minuti.
Lessate i maccheroncelli (rigorosamente spezzati nella lunghezza di 10 centimetri) in abbondante acqua salata, sgocciolateli al dente, conditeli con la metà del burro rimasto e con due cucchiai di parmigiano grattugiato, versatevi la metà del ragù e mescolate bene.
Tirate la pasta in due sfoglie, una grande per coprire il fondo e i bordi di uno stampo, l'altra più piccola per formare il cosiddetto coperchio. Imburrate lo stampo, ricoprite fondo e pareti con la prima sfoglia, riempitelo di maccheroncelli, mettete il coperchio di pasta, fate un buchino nel centro e mettetevi un cartoncino arrotolato arrotolato, a tubo, che permette l'uscita del vapore interno durante la cottura.
Quando il coperchio sarà ben dorato, levate dal forno e fate riposare il pasticcio per un paio di minuti.
Sformatelo su un patto di portate e servite ben caldo, passando a parte la salsa e il formaggio grattugiato rimasto.

Photo Credit: hotelrealfini via photopin cc

Note:

Informazioni utili