Piatti veloci: maltagliati con fave e uvetta pronti in 30 minuti

Anna Carbone 19 agosto 2014
Tempo di preparazione:
10 minuti
Tempo di cottura:
20 minuti
Tempo totale:
30 minuti
Difficoltà:
Molto facile
Ingredienti per 4 persone:
  • 250 g di maltagliati freschi all'uovo
  • 60 g di pancetta tesa
  • in una sola fetta
  • 6 baccelli di fave
  • 50 g di pecorino senese
  • stagionato
  • 2 cucchiai di uvetta
  • 1 cucchiai di Vin Santo
  • 2 cucchiai di olio
  • extravergine d'oliva
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale
  • pepe

Oggi desidero riproporvi un alimento che conoscete: le fave fresche. Le abbiamo già trovate, infatti, in un delizioso antipasto in combinazione con cicoria e bottarga e in un primo piatto semplice e veloce con la pasta. Buone cotte, ottime anche crude, al naturale, con la catalogna. Decisamente versatile questo legume che, oltre al gusto, ci trasmette le sue importanti proprietà: basso apporto calorico e poi fibre, carboidrati, pochissimi grassi oltre alla sua ricca componente vitaminica e minerale: in particolare acido ascorbico e ferro, magnesio, rame, selenio. Per la ricchezza in ferro, sembra che il consumo di fave sia utile ai soggetti anemici.

Anticamente cibo della cucina povera per eccellezza, oggi le fave sono diventate protagoniste della cucina made in Italy, anche perché facilmente reperibili sia fresche che surgelate e secche. Consumate in particolare in Puglia, in Sicilia e in Sardegna, le fave vengono apprezzate ovunque per sapore e semplicità di utilizzo. Oggi ve ne propongo una variante gustosa con un tipo di pasta fresca che piace a tanti: i maltagliati freschi all’uovo.

Il consiglio

Le fave se non le consumate subito potete essiccarle o surgelarle: dopo averle sbollentatele per 3 minuti, lasciatele raffreddare e riponetele in un sacchetto di plastica per surgelati.

Il vino

Consiglio il Bardolino Superiore, un eccellente vino da tutto pasto che in genere si abbina a piatti saporiti e profumati. Da servire alla temperatura di 18°C.

Preparazione:

Ammollate l'uvetta in acqua tiepida e Vin Santo.
Tagliate la pancetta a listarelle.
Tagliate in due parti lo spicchio d'aglio in camicia.
Mettete la pancetta a listarelle in una padella antiaderente con l'olio e lo spicchio d'aglio in camicia tagliato in due parti.
Fate rosolare dolcemente per far sciogliere il grasso della pancetta.
Aggiungete le fave sgusciate e private della pellicina esterna, bagnate con due cucchiai di acqua calda, aggiustate di sale e pepe, quindi unite l'uvetta scolata e strizzata.
Cuocete i maltagliati in acqua bollente salata e scolateli direttamente in padella.
Mantecate con il pecorino senese grattugiato.
Servite in piatti individuali o in un piatto da portata.

Photo Credit: RossoGialloBianco via photopin cc

Note:

Informazioni utili