Il sesso sotto la doccia è un’alternativa assai eccitante a quello sotto le lenzuola e, a parte qualche accorgimento per la sicurezza (attenzione soprattutto a non scivolare), possiede tutta una bella serie di vantaggi di cui si può beneficiare. Qualche esempio? D’estate il sesso sotto la doccia può essere la soluzione giusta per riaccendere la passione messa a dura prova da caldo e afa; d’inverno una bella doccia bollente può invece scaldare i corpi; è molto eccitante perché l’acqua rende i corpi più scivolosi e perché fa avvertire sensazioni solitamente sconosciute al sesso fatto in altri luoghi più tradizionali.

Non ci sono davvero limiti al sesso sotto la doccia: gli unici, come già ricordato, sono legati soltanto alla questione sicurezza. La doccia può essere molto scivolosa, sia per colpa dell’acqua sia per colpa del sapone che potrebbe essere presente sul piatto doccia. Un ulteriore pericolo potrebbe essere rappresentato poi dalle parti cui ci si appoggia mentre si è colti dalla passione: maniglie e tende potrebbero infatti cedere, provocando rovinose cadute o comunque conseguenze poco piacevoli. La varietà di posizioni per fare sesso sotto la doccia dipende poi dall’ampiezza della stessa: chiaro che più grande è lo spazio a disposizione maggiori potranno essere le posizioni da sfruttare.

Sesso sotto la doccia: le posizioni migliori

La posizione classica che solitamente si adotta quando si fa l’amore in doccia è quella in cui i partner sono in piedi, con due varianti: uno di fronte all’altro oppure con lei girata di schiena. La prima versione è molto romantica, la seconda un po’ più passionale e trasgressiva. Per agevolare la penetrazione nella posizione viso a viso, la donna può sollevare una gamba, in modo che lui possa tenerla ferma con la mano.

Stando attenti a non farsi male, e se la corporatura dei partner lo permette (lei deve essere piuttosto piccola rispetto a lui), un’altra delle migliori posizioni che si possono provare sotto la doccia è quella in cui l’uomo è in piedi e ha in braccio la donna, che gli cinge i fianchi con le gambe.

Se l’ambiente della doccia è piuttosto ampio, si possono provare anche posizioni in cui i partner sono seduti a terra (lui seduto con la partner in braccio), senza contare che esistono anche docce che possono avere una sorta di gradino cui appoggiarsi (che funge da sedia insomma) e che può essere funzionale per tutte le posizioni in cui l’uomo si siede e la donna si siede a sua volta su di lui, sia faccia a faccia sia con la donna che dà la schiena al compagno.

In ultimo, non bisogna dimenticare poi che la doccia può essere luogo eccellente per il sesso orale, sia quello praticato sulla donna sia quello praticato sull’uomo.